#BESOCIAL

Lo scorso giugno il regista Paolo Genovese è stato premiato a Pompei all’Italian Movie Award con la seguente motivazione «per aver scritto e diretto una delle migliori commedie degli ultimi anni,Tutta colpa di Freud: un’opera dalla comicità originale, coinvolgente e intelligente, con un cast d’eccellenza». Sempre in quell’occasione il regista romano dichiarò di prendere molto a cuore il mondo del cinema, perché si tratta di «un lavoro serio fatto non solo di luccichii e red carpet».

E proprio per dimostrare quanto per lui sia importante il suo lavoro, Paolo Genovese tornerà a breve dietro la macchina da presa (fine mese agosto, inizi di settembre per la precisione) per dirigere e girare il suo nuovo film che dovrebbe uscire a febbraio, in concomitanza con Cinquanta sfumature di grigio.

Ancora non si sa nulla della trama così come del titolo, quel che è certo è che sarà una commedia sentimentale pura, un po’ all’americana, una favola. Si parlerà di una blogger di moda milanese, una ex modella, molto bella, molto sofisticata, molto snob, che vive tra Parigi e Milano, lavora per una famosa rivista di moda, che finisce per vari motivi in un paesino della Puglia e si innamora di un contadino.

È quasi come un archetipo: la bella e la bestia, il nord e il sud, due umanità completamente diverse che si incontrano: questa l’idea di fondo.

Per quanto riguarda il cast invece sono ufficiali Raoul Bova, Nino Frassica, Neri Marcorè, Emilio Solfrizzi, Paolo Sassanelli, Dino Abbrescia, Vittoria Puccini, Sabrina Impacciatore e Sergio Rubini.

Al momento Genovese è impegnato coi sopralluoghi tra la Puglia e Ibiza per individuare le location più adatte, e intanto pensa a un titolo che possa essere efficace quanto attraente in modo da poter competere con la pellicola di Sam Taylor Johnson.

Sarà una bella sfida. E a noi non resta che aspettare.

A cura di Costanza Carla Iannacone.

#BESOCIAL