Michael Bay risponde ai detrattori di Transformers 4

Michael Bay ai detrattori di Transformers 4

Arriverà da noi il 14 luglio, ma in America ha già fatto il proprio debutto, divenendo l’incasso al lancio più alto dell’anno. Transformers 4 – L’era dell’estinzione è la quarta pellicola sui robot Hasbro diretta da Michael Bay. Bay è senza ombra di dubbio uno dei registi più controversi di Hollywood, capace di girare imponenti successi al botteghino come Armageddon – Giudizio finale, Pearl Harbor e la stessa saga dei Transformers, ma il cui pubblico si divide nettamente: da una parte troviamo i suoi fan accaniti, che ne apprezzano i lavori zeppi di scene d’azione ed effetti speciali in grado di scuotere la sala; dall’altro lato, abbiamo i detrattori di lunga data del regista, che ne criticano spesso una sceneggiatura blanda, un eccesso di testosterone e un montaggio e una fotografia disturbanti.

Continuo oggetto, dunque, di pesanti critiche, Michael Bay ha deciso di rispondere a tutti i detrattori di Transformers 4 e del suo modo di fare cinema; il regista, in un’intervista a MTV, li ha incoraggiati a dar voce alla propria opinione, poiché le discussioni tra critici e fan danno un tocco più drammatico alla settimana di apertura e rendono il tutto più interessante. In poche parole, può risultare una mano santa per il botteghino.

Bay ha così dichiarato:

I detrattori amano odiare e non mi interessa; lasciamoli pure odiare. Andranno comunque a vedere il film! Penso sia una buona cosa che ci sia un po’ di tensione. Una gran bella cosa.

Il regista ha anche affermato che le critiche possono essere un feedback molto utile per il suo processo creativo. Sebbene prima ne fosse infastidito, ora utilizza i commenti negativi per migliorare se stesso:

Ero solito prendermela, ma penso che sia un bene far continuare questo dialogo. Mi fa pensare e mi mantiene coi piedi per terra, perciò è un bene.

Michael Bay sembra ormai aver trovato terreno fertile in una determinata fetta di spettatori e pensare che possa cambiare  il suo modo di dirigere facendo tesoro delle critiche negative ci pare surreale; come ha dichiarato all’inizio dell’intervista, i suoi film vendono, e a quel punto, vale davvero la pena cambiare? C’è anche da dire che molto spesso la gente attacca film o registi per il solo gusto di farlo e se ne potrebbe quindi discutere a lungo. Per aver prova delle parole di Bay, dovremo aspettare probabilmente il prossimo Transformers 5, ma il regista aveva recentemente dichiarato che non era sicuro di un suo ritorno alla regia, nonostante era giunta voce che la Paramount avesse fissato il film per il 2016.

Lorenzo di Bonaventura, uno dei produttori di Transformers 4 – L’era dell’estinzione e collaboratore di Bay in parecchie pellicole, ha rivelato che non sono stati pianificati cambi alla regia per il progetto, anche se è più probabile che Transformers 5 arrivi nelle sale non prima del 2017.

Transformers 4 – L’era dell’estinzione, prodotto dalla Paramount Pictures e diretto da Michael Bay, arriverà in Italia il 14 luglio. Nel cast troviamo Mark Wahlberg, Jack Reynor, Nicola Peltz, Stanley Tucci, Kelsey Grammer, Sophia Myles, Li Bingbing, T.J. Miller, Han Geng, Titus Welliver, Peter Cullen, Frank Welker, John Goodman, Ken Watanabe, John DiMaggio, Mark Ryan, Robert Foxworth e Reno Wilson.

Michael Bay ricopre anche le vesti di produttore nell’atteso reboot delle Tartarughe Ninja in Teenage Mutant Ninja Turtles (qui l’ultimo trailer rilasciato), diretto da Jonathan Liebesman.

No Comments Yet

Comments are closed