La Notte del Giudizio: si prepara il sequel

La Notte del Giudizio: si prepara il sequelAvevamo parlato a suo tempo di La Notte Del Giudizio (scheda, recensione) e dell’incredibile spaccato di violenza fisica, ma ancor prima mentale, che poteva offrire allo spettatore. Classificato talvolta come horror, mai una simile definizione fu al contempo più errata e precisa allo stesso tempo: gli orrori non sono quelli che ci aspettiamo da un film del genere, inquietanti situazioni sanguinolente da far saltare sulla poltrona, ma sono quelli degli abissi della mente umana, della perversione che può nascere in una società dove, una volta all’anno, tutto è permesso. Omicidio compreso.

La Notte del Giudizio ha ottenuto un successo inatteso, per questo genere di film, con ben 87 milioni di dollari. Considerando che il budget di produzione era di solamente 3, si ottiene un incasso proporzionalmente stratosferico.

Un sequel potrebbe per molti essere superfluo, ma per altri no. Non si sa ancora nulla di che cosa possa qui avvenire, o di chi possano essere gli interpreti, se tornerà una sconvolta e profondamente cambiata Mary Sandin (Lena Headey, che ha recitato accanto a Ethan Hawke per la prima pellicola), oppure se sarà ripresa l’ambientazione dei nuovi padri fondatori, in una chiave di visione differente; si vocifera unicamente (ma è un dato “rumored”) della presenza di Carlos Gallardo, di cui possiamo leggere qui la scheda. Si conosce solo il titolo del film, The Zone. Telegrafico e sintetico come il precedente (nell’originale, infatti, il titolo è semplicemente The Purge), mira probabilmente ad avere la medesima incisività. Sarà di nuovo la casa Platinum Dunes di Michael Bay (dietro la macchina da presa per la fortunatissima trilogia dei Transformers nonché alle prese con il quarto capitolo della serie, e con una evidente passione per la produzione di titoli di genere, come Nightmare nell’edizione del 2010, Il mai nato e Amytiville horror) a produrre il film, mentre la regia sarà nuovamente affidata a James DeMonaco, visto il successo del suo primo titolo.

No Comments Yet

Comments are closed