300-L-alba-di-un-impero-primo-al-box-office-italiano

Box Office Italia, il successo di 300 - L'alba di un imperoUscito in sala il 6 marzo 2014, non ha perso tempo, piazzandosi con orgoglio in prima posizione, nella recentissima classifica del box office italiano. Stiamo parlando naturalmente del sequel di “300“, diretto da Noam Murro, intitolato “300 – L’alba di un impero“. In questo nuovo capitolo, al posto del valoroso re spartano Leonida (Gerard Butler), caduto nella battaglia delle Termopili per mano di Serse (Rodrigo Santoro), il temibile sovrano di Persia, troviamo il generale greco Temistocle (Sullivan Stapleton), che ebbro di rabbia vendicativa per la morte di Leonida, combatterà contro lo stesso Serse e la pericolosa Artemisia (Eva Green), regina di Caria e comandante della Marina persiana. La pellicola, in soli quattro giorni di programmazione, ha già incassato 2 milioni e 400 mila euro, seguita dall’esordiente drama movie nostrano “Allacciate le cinture” di Ferzan Ozpetek, con protagonisti gli innamorati Francesco Arca e Kasia Smutniak, che totalizzano 1 milione e 570 mila euro.

Al terzo posto ecco sopraggiungere la fiaba Disney, questa volta in carne ed ossa, de “La Bella e La Bestia“, diretta da Christophe Gans ed interpretata dagli attori francesi Vincent Cassel e Léa Seydoux, che in meno di due settimane di proiezione raggiunge i 3 milioni e 400 mila euro, tallonata dal premio Oscar “12 Anni Schiavo” di Steve McQueen, inneggiante alla lotta contro i soprusi dei ricchi proprietari terrieri bianchi nei confronti degli schiavi di colore, che arriva alla cifra totale di 3 milioni e 600 mila euro. In quinta posizione invece, c’è la commedia italiana “Una donna per amica” con Fabio De Luigi e Letitia Casta, che complessivamente incassa 2 milioni e 500 mila euro. Infine, dal 10° al 20° posto della classifica, ecco comparire tra gli altri il film storico “Pompei“, presente già da tre settimane, che incassa in totale circa 2 milioni e 948 euro, e il fantascientifico “Snowpiercer“, che dopo quasi 15 giorni dall’uscita nei cinema, sfiora gli 800 mila euro.

#BESOCIAL