SHARE

Scritto da Fran Walsh, Peter Jackson, Philippa Boyens e Guillermo del Toro, il prossimo 14 dicembre in Italia arriva Lo Hobbit – un Viaggio Inaspettato il primo dei tre film della saga di J.R.R. Tolkien nonché Prequel del Signore degli Anelli.

Peter Jackson ha amato il lavoro svolto da Richard Taylor il quale ha gravato il compito di progettare le creature e le specie che popolano la Terra di Mezzo:

Le protesi per il trucco sono davvero frustranti. Se vuoi che un personaggio parli, cosa che molti orchi e goblin fanno, puoi realizzare le protesi più dettagliate possibili, ma continuerai ad avere gli occhi e la bocca al loro posto. Quel triangolo umano – occhi e bocca – è davvero difficile da nascondere, non importa quanto ti sforzi di camuffarlo con orecchie, teste, menti e nasi.

Una delle novità dello Hobbit, grazie alla tecnologia che abbiamo oggi rispetto a 10 anni fa, è che gli orchi indossano un costume soltanto fino alla testa, da lì in poi grazie al motion capture costruiamo un makeup in CGI, cosa che ci permette ad esempio di distanziare enormemente gli occhi, e farli urlare e parlare in modo che un essere umano non potrebbe mai fare.

Durante la promozione dello Hobbit: Un Viaggio InaspettatoPeter Jackson ha menzionato Smaug, il drago a cui Benedict Cumberbatch ha prestato voce e movenze. Poco trapela dalle sue parole dell’intera saga ma ha promesso che potremo averne un’anticipazione già dal primo film . Il regista ha parlato della difficile progettazione della creatura, spiegando:

Il problema con il design e l’aspetto dei draghi è che molto facilmente ti inoltri in territorio fantascientifico, e io non aspiro a questo. Voglio mostrare un drago più spaventoso, venale, malvagio e decrepito possibile.

La sinossi ufficiale del film:

La storia racconta il viaggio del protagonista Bilbo Baggins, coinvolto in un’epica ricerca per reclamare il regno di Erebor, governato dal terribile drago Smaug. Avvicinato dal mago Gandalf il Grigio, Bilbo si ritrova al seguito di tredici nani capeggiati dal leggendario guerriero Thorin Scudodiquercia. Il viaggio li conduce per terre piene di pericoli e avventure, abitate da goblin e orchi e implacabili lupi mannari. La loro meta principale è raggiungere l’Est e le aride Montagne Nebbiose, ma prima dovranno sottrarsi ai tunnel dei goblin, dove Bilbo incontra una creatura che gli cambierà la vita per sempre… Gollum. Qui, da solo con Gollum, sulle rive del lago seminterrato, l’ignaro Bilbo Baggins non solo si scoprirà così ingenuo e coraggioso al punto da sorprendere persino se stesso, ma riuscirà a impossessarsi del “prezioso” anello di Gollum che possiede qualità inaspettate ed utili… un semplice anello d’oro, legato alle sorti della Terra di Mezzo in modo così stretto che Bilbo non può neanche immaginare.

SHARE