Brimstone: Recensione del western di Martin Koolhoven

brimstone-recensioneRiservato di regola agli uomini, il western diventa per l’olandese Martin Koolhoven l’ideale per raccontare una storia di donne. Brimstone vede protagonista Liz (Dakota Fanning), una giovane moglie che vive in una piccola comunità assieme al marito, alla figlia e al figlio del compagno. I tranquilli giorni della famiglia si infrangono quando il nuovo reverendo (Guy Pearce) arriva in città; con profonde cicatrici sul volto, il marmoreo predicatore getta nel panico Liz, consapevole che quell’uomo è lì per punirla.

brimstone-recensione

Andando a ritroso, Brimstone mette in scena i tragici trascorsi della protagonista, che si muove in un mondo in cui le donne sono vittime di continui soprusi “giustificati” dalla religione o dai semplici desideri degli uomini. Koolhoven rende vivida questa realtà con estrema brutalità e crudezza, ponendo al centro quei volti femminili che nei film fanno solitamente da contorno.

Nell’epopea narrata, divisa in capitoli che richiamano i libri della Bibbia, Koolhoven non va certo per il sottile, portando all’estremo ogni aspetto cinematografico: dalla durata (il film sfiora le due ore e mezza) al tono drasticamente solenne. In questo il regista forse pecca, proibendo al titolo un qualsiasi tipo di respiro; in alcuni momenti la drammaticità tocca picchi tanto alti da lasciare interdetti, allontanando involontariamente lo spettatore da quel pathos che cerca disperatamente di trasmettere.

brimstone-recensione

La storia di Liz, simbolica e commovente, è comunque uno spaccato interessante di una realtà dell’epoca spesso lasciata nell’ombra. Dakota Fanning interpreta perfettamente, con il suo volto serafico, una bambina prima e una donna poi che è costretta a lottare per conquistare il proprio futuro; azzeccata inoltre la scelta di Guy Pearce per vestire i panni di un imperturbabile angelo della morte.

Fede, peccato e redenzione scorrono nelle vene di questo western atipico che crea dei personaggi femminili forti e pronti a tutto per reclamare il proprio diritto alla vita, la cui riuscita avrebbe però forse giovato di una minor pesantezza visiva e narrativa.

Brimstone è stato presentato fuori concorso a Venezia 73. Il cast comprende anche Kit Harington, Carice van Houten, Emilia Jones, Jack Roth e Jack Hollington.

Commenti

Non puoi lasciare commenti.