Contatore accessi gratis Walter Koenig di Star Trek: Generazioni disprezza il modo in cui il Capitano Kirk è stato ucciso

Walter Koenig di Star Trek: Generazioni disprezza il modo in cui il Capitano Kirk è stato ucciso

L’uccisione di James T. Kirk fu una mossa sciocca. Tuttavia, i sceneggiatori Brannon Braga e Ronald D. Moore hanno ritenuto fosse una buona idea eliminare il personaggio amato di William Shatner in Star Trek: Generations (1994), facendo semplicemente precipitare Kirk alla sua morte.

Star Trek: Generations – La Polemica dietro la Morte di James T. Kirk

Sono passati quasi 30 anni dalla morte di Kirk, e ancora infastidisce Walter Koenig, ex membro del cast di Star Trek: The Original Series. L’attore che interpretava il Signor Chekov ha dichiarato in un’intervista a TrekMovie.com:

“È stata una tragedia! E mi perdonerai per questo sfogo, ma ho pensato che fosse una tragedia il modo in cui hanno ucciso il Capitano Kirk. È stato così incidentale: ‘Oh, a proposito, sei morto.’ Avrebbe dovuto morire da eroe… intendo veramente da eroe. Se lo meritava!”

Koenig è apparso per la prima volta come il Signor Chekov nella seconda stagione di TOS. Lui e James Doohan, il venerabile Scotty, sono stati gli unici due membri del cast originale ad unirsi a Shatner in Generations. Purtroppo, Chekov e Mr. Scott sono presenti solo nella sequenza di apertura del film quando Kirk sembra morire quando il nastro del Nexus entra in collisione con l’U.S.S. Enterprise-B. Sì, Braga e Moore fanno davvero soffrire i fan di Star Trek facendo loro vedere morire Kirk due volte. Gli sceneggiatori Brannon Braga e Ronald D. Moore hanno elaborato la sceneggiatura di Star Trek: Generations in modo che i personaggi di TOS fossero un pensiero dietro l’angolo, piuttosto che una parte integrante del settimo capitolo della serie di film Trek. E poi hanno avuto l’idea brillante di eliminare uno dei personaggi più amati della serie. Ancora oggi, infastidisce Walter Koenig il modo in cui gli scrittori hanno trattato William Shatner nei panni di James T. Kirk. Koenig ha affermato nella stessa intervista:

“Il Signor Shatner ha portato molto a quel ruolo. Era incredibilmente bello, era un attore dannatamente bravo… totalmente impegnato in ciò che faceva. Non parlarmi di reazioni esagerate, è ridicolo.”

Anche il signor Spock (Leonard Nimoy) e il Dr. McCoy (DeForest Kelley) erano stati scritti per apparire in Generations. Quando i due attori hanno letto la sceneggiatura, hanno capito che era una sciocchezza e entrambi hanno rifiutato il progetto. Quindi, Scotty e Chekov sono stati inseriti in modo maldestro. In realtà, Nimoy detestava assolutamente Generations. E nel libro di Edward Gross e Mark A. Altman “The Fifty-Year Mission: The Complete, Uncensored, Unauthorized Oral History of Star Trek: The First 25 Years”, Nimoy ha espresso il suo disappunto. Nimoy avrebbe dovuto dirigere inizialmente Generations, ma dopo aver letto la sceneggiatura, ha esigito una riscrittura totale. Il produttore Rick Berman ha categoricamente rifiutato! Nimoy si è allontanato dal progetto e non ha neanche voluto fare la sua comparsa nel film, cosa che l’attore detestava profondamente. Nimoy ha detto:

“C’era un personaggio chiamato Spock che aveva una dozzina di battute che facilmente potevano essere assegnate a chiunque altro, cosa che hanno fatto.”

E i fan di Star Trek non hanno dimenticato quanto Generations abbia trattato male il cast di TNG. Generations è semplicemente uno dei film più mal ricevuti nella storia della serie. La critica ha stroncato il disastro, registrando solo il 48% sul Tomatometer, mentre il punteggio del pubblico di Rotten Tomatoes è solo leggermente migliore al 57%. Va notato che Shatner ha cercato di convincere sia Nimoy che Kelley ad apparire nel film, ma nemmeno le strette relazioni personali e professionali del trio hanno potuto superare la morte di James T. Kirk. Fortunatamente, resuscitare il Capitano Kirk non è impossibile.

Link