Contatore accessi gratis Tomb Raider: col nuovo film diventerà un franchise cinematografico?
Per Tomb Raider sono in cantiere una serie, un lungometraggio e un videogioco. Ma è davvero la scelta migliore per un universo cinematografico?

Tomb Raider: col nuovo film diventerà un franchise cinematografico?

Un videogioco, un film e una serie dedicata sono tutti gli ingredienti del prossimo universo cinematografico di Tomb Raider. Ad essere sinceri, non è qualcosa che molti si sarebbero aspettati. Gli adattamenti di videogiochi stanno vivendo una sorta di rinascita di titoli di qualità, da Sonic the Hedgehog all’ultra-successo di The Last of Us della HBO, ma è proprio così. Si tratta di episodi unici, che possono essere ragionevolmente apprezzati come prodotti a sé stanti. Praticamente ogni universo cinematografico di successo – o solo il MCU finora – ha bisogno di tempo, di pianificazione e di un investimento da parte di un pubblico già consolidato per avere anche solo una possibilità di giustificare gli immensi costi necessari per crearlo.

Col nuovo film di Tomb Raider partirà un franchise cinematografico?

Ma la maggior parte delle aziende non sono Amazon. Grazie a un flusso di cassa apparentemente infinito e a un’influenza persistente, la società collaborerà con l’attuale proprietario del franchise di Tomb Raider, Crystal Dynamics, alla produzione di questo universo cinematografico. Non speriamo che questa impresa fallisca, tutt’altro. Ma ci chiediamo: perché Tomb Raider ha bisogno di un universo cinematografico?

Tomb Raider è un franchise malleabile

A parte il viaggio nello spazio, Lara Croft e la serie Tomb Raider nel suo complesso hanno preso molte direzioni diverse. Abbiamo visto Lara Croft prendere a pugni i dinosauri con una doppia pistola, prendere a pugni gli squali e abbattere mostri antichi a dozzine con un abbandono sconsiderato. Abbiamo visto Lara lottare per la sopravvivenza usando praticamente qualsiasi cosa su cui potesse mettere le mani, rabbrividendo per ogni granello di sangue e gore di cui si macchia. Anche nell’arco di un solo gioco, Tomb Raider: Legend, la si può vedere correre in moto nel deserto prima di combattere un mostro con la spada magica di Re Artù. Rispetto ad altri franchise di videogiochi, Tomb Raider ha un margine di manovra più ampio, che si presta a essere adattato più facilmente a un universo cinematografico.

Sebbene gli altri personaggi di Tomb Raider siano raramente sotto i riflettori come Lara Croft, è possibile che un universo cinematografico li trasformi in qualcosa di più di una semplice spalla. Winston Smith, un maggiordomo del maniero Croft che interagisce spesso con Lara tra le sue spedizioni, potrebbe avere una maggiore presenza come compagno di Lara. Zip e Alister Fletcher, il rispettivo esperto di tecnologia e l’assistente di ricerca, possono ricevere una motivazione maggiore rispetto al semplice sollievo comico e al dialogo espositivo.

Ma Lara Croft è molte cose per molte persone. È astuta, spiritosa, acrobatica, intelligente, scaltra, coraggiosa, appassionata e curiosa, il tutto all’insegna dell’esplorazione dell’ignoto e dell’aspetto fantastico mentre lo fa. Raramente la si vede senza la sua doppia pistola o, nella trilogia reboot, senza il suo arco da caccia. Combinando tutto questo, si ottiene un’eroina straordinaria in grado di affrontare qualsiasi cosa. È un’impresa ardua per qualsiasi attore, figuriamoci per uno che ha le carte in regola per riuscirci in modo convincente.

Anche tenendo conto di questa sfida, si potrebbe sostenere che Tomb Raider potrebbe dar vita a un universo cinematografico di successo. Se questo accadrà davvero è un’altra storia. Detto questo, speriamo che questo esperimento getti le basi per adattamenti più seri delle proprietà dei videogiochi in futuro.

Link