#BESOCIAL
Tom Hardy in "Una spia non basta" (2012) di McG
Tom Hardy in “Una spia non basta” (2012) di McG

James Bond, il raffinato agente segreto dello spionaggio britannico con “licenza di uccidere”, ha ancora un volto, quello del quarantacinquenne Daniel Craig. L’attore di Chester, dopo Casino Royale (2006) di Martin Campbell, Quantum of Solace (2008) di Marc Forster e Skyfall (2012) di Sam Mendes, sarà anche in Bond 24 (2015) e Bond 25 (senza ancora una data ma già annunciato) dello stesso Mendes, ma chi, una volta esaurito il contratto, sarà il prossimo 007? Secondo un addetto alla produzione dei film, Tom Hardy, stimato interprete de Il cavaliere oscuro – Il ritorno (2012) di Christopher Nolan, La talpa (2011) di Tomas Alfredson, Warrior (2011) di Gavin O’Connor, Inception (2010) di Christopher Nolan e Bronson (2008) di Nicolas Winding Refn, sarebbe già in pole position. “Daniel Craig ha firmato per i prossimi due capitoli di James Bond, ma la ricerca del suo sostituto è già partita e Tom è stato contattato dai vertici per valutare il suo interesse” ha rivelato la ‘spia’ – è proprio il caso di dirlo – al Daily Star. “Tom ne è entusiasta. È un attore stimato con un grande bagaglio di film importanti alle spalle, britannico, ma soprattutto è il tipo di ragazzo che tutti gli uomini vogliono essere e tutte le donne vogliono avere”. Tom Hardy, tra l’altro, è già stato di recente un agente interpretando i personaggi di Ricki Tarr ne La talpa e Tuck Henson in Una spia non basta (2012) di McG ed è molto probabile pensare che come agente al servizio di Sua Maestà entusiasmerà gran parte dei cinefili. Che ne penseranno, invece, i sempre esigenti estimatori dei romanzi di Ian Fleming?

#BESOCIAL