Tate Taylor: Sandra Bullock regina dei coperti di plastica?

Basta storie strappalacrime, sceneggiature prevedibili e simili. Sarà il momento per la Bullock di dedicarsi a una nuova sceneggiatura di Tate Taylor? “Tupperware Unsealed” parlerà infatti del grande impero dell’azienda Tupperware, produttrice di involucri di plastica per conservare il cibo.

Il regista ha voluto raccontare un’altra storia, diversa dalle solite. E c’è da dire che nessuno l’avrebbe mai sospettato, dedicare un’intero film a degli utensili da cucina, idea geniale o buffamente goffa?
Taylor sembra infatti propenso a voler nel proprio cast Sandra Bullock che sta per valutare la proposta. Sandra, dopo l’impegnativo “Gravity”, potrà sicuramente stupirci in un film simpatico e ironico, ricordiamo che interpretò altri film del genere, un po’ leggeri, come “Miss F.B.I. – Infiltrata speciale”.

La storia nasce da un libro dedicato alla storia del brand e alla figura di Brownie Wise, che moltiplicò le vendite organizzando una serie di feste promozionali chiamate Tupperware Parties.
In realtà Tupperware fu fondata, nel 1946, da Earl Silas Tupper negli Stati Uniti. Riuscì quindi a lanciare nel mercato il primo prodotto dell’azienda, ovvero la famosa “Ciotola Meraviglia”, realizzata col sistema brevettato “tappo a stappo” che rendeva ermetico il contenitore e di facile apertura e utilizzo. Questo articolo, fabbricato in polietilene, materiale introvabile sul mercato in quell’epoca, iniziò infatti ad apparire negli scaffali dei grandi centri commerciali e negozi al dettaglio.

Commenti

Non puoi lasciare commenti.