Sanremo 2022: Massimo Ranieri tra i favoriti, deludono Achille Lauro, Bravi e Sangiovanni

I 25 brani in concorso a Sanremo 2022 sono già stati ascoltati dalla Sala Stampa. Abbiamo già un vincitore: Amadeus che porterà quest’anno il meglio sul palco di Sanremo.

Dalle anteprime degli ascolti avute dai giornalisti che andranno a comporre la Sala Stampa, nel corso delle giornate di Sanremo 2022 (che ricordiamo inizierà tra poco meno di due settimane), abbiamo già qualche nome: Elisa in primis, ed anche Massimo Ranieri. Mentre tra i grandi nomi e tra i più attesi abbiamo qualche delusione nell’ascolto di Michele Bravi, Sangiovanni reduce di Amici di Canale 5 ed Achille Lauro, mattatore delle scorse edizioni.

MASSIMO RANIERI – “ Lettera di là dal mare” – 8

Brano d’altri tempi. La tematica sempre attuale: l’emigrazione. Una ballad intensa e tagliente, con la sua magistrale interpretazione. “Amore vedi così buio è questo mare troppo grande per non tremare”. È tutta da ascoltare. Così Massimo Ranieri torna all’Ariston dopo 25 anni. 

MICHELE BRAVI  – “Inverno dei fiori” – 5 

Sul trono della canzone c’è l’umanità. Insieme a violini e a una voce rotta e sussurrata. Parte con suoni gravi per schiudersi nel ritornello. Sa di poesia: “A volte il silenzio brucia come una ferita, Il cuore perde un colpo non respira sotto il peso della vita”. Tra gli altri, compaiono le firme di Alfredo Rapetti Mogol e Federica Abbate. 

ACHILLE LAURO – “Domenica” – 5

L'”amore è un’overdose” e “Fanculo ai Rolling Stones”, “mi ingoia come un boa/Lei dice “come osi””. Testo esilarante, tra “romanzo rosa” e “porno”. Musica viva. Certo, è un pop che fischietta Rolls Royce. Ma è pure vero che dobbiamo immaginarlo accompagnato dall’Harlem Gospel Choir, che Achille Lauro si porterà sul palco. 

SANGIOVANNI – “Farfalle” – 5

L’identità è sempre la stessa. Ricorda “Malibù”, trascinante e ondeggiante. Ritmo pop dance che al centro del brano lascia spazio agli strumenti. “E non l’ho detto a nessuno/che ho perso la testa/e sono pazzo di te”. 

Link