Russia: a Ben Stiller e Sean Penn è stato vietato di entrare per sempre nel paese

Stiller e Penn hanno espresso il loro sostegno all’Ucraina durante l’invasione del Paese da parte della Russia. Un divieto permanente d’accesso alla Russia è stata la risposta del Cremlino.

Il Cremlino ha pubblicato un nuovo elenco di sanzioni personali che vietano a 25 americani di entrare in Russia, come riporta Bloomberg. L’elenco, reso noto oggi, comprende Sean Penn e Ben Stiller, che hanno entrambi espresso il loro sostegno all’Ucraina durante il conflitto in corso. Penn è un attivista che dirige la propria organizzazione no-profit, mentre Stiller è ambasciatore di buona volontà per l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati; entrambi hanno recentemente visitato l’Ucraina nel corso del conflitto in corso.

La dichiarazione ufficiale del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa recita:

“In risposta alle sanzioni personali in continua espansione da parte dell’Amministrazione Biden contro i cittadini russi, è stato imposto ad un altro gruppo di persone tra i membri del Congresso degli Stati Uniti, funzionari di alto livello, rappresentanti delle comunità imprenditoriali ed esperte, così come figure culturali (25 persone), il divieto di ingresso nella Federazione Russa su base permanente”. Di seguito sono elencati i nomi dei cittadini americani inclusi nella “stop list” russa, basata sul principio di reciprocità”.

L’elenco comprende il Segretario al Commercio degli Stati Uniti Gina Raimondo, i senatori Mark Kelly e Kyrsten Sinema dell’Arizona, Kevin Cramer del Nord Dakota, Mike Rounds del Sud Dakota, Rick Scott della Florida e Pat Toomey della Pennsylvania, oltre a leader del governo, del mondo accademico e delle imprese. Le precedenti sanzioni hanno riguardato il presidente americano Joe Biden, i membri della sua famiglia, e importanti legislatori e dirigenti d’azienda. Gli Stati Uniti hanno anche bandito funzionari e dirigenti d’azienda russi.

Link