SHARE

mea-maxima-culpa-film-pedofiliaMea Maxima Culpa sarà sicuramente una delle pellicole che in questo 2013 farà discutere parecchio: quanto di più attuale c’è, il movie racconta certamente un cancro della nostra società odierna la pedofilia nelle chiese. La pellicola nelle sale cinematografiche esordirà a partire dal 20 marzo 2013. Il documentarista che si è occupato di girare il reportage e raccogliere interviste e documenti è Alex Gibney, tra l’altro, premio Oscar per Taxi to the Dark Side. 

Nel documentario in questione si parla, appunto, della grandissima colpa della Chiesa, ovvero l’aver taciuto riguardo alcuni casi di pedofilia. Di certo, la pellicola, esce in un momento molto delicato per quanto riguarda il Vaticano, in quanto proprio nella giornata di ieri il nostro Papa ha, in sostanza, abdicato (quindi siamo senza Papa almeno fino al prossimo conclave). Prodotto da HBO, Mea Maxima Culpa: Silenzio nella casa di Dio è un documentario destinato a scuotere l’opinione pubblica. Esso racconta gli abusi sessuali esercitati da alcuni alti esponenti della Chiesa Cattolica nordamericana, ma anche europea, nei confronti di centinaia bambini sordomuti.

Questi particolari sono stati documentati da quattro uomini, i quali sono stati molestati durante gli anni Sessanta tra le mura della loro scuola per sordomuti, nella St. John’s School,  da padre Lawrence Murphy (ovvero colui il quale è stato accusato di aver abusato di oltre duecento bambini). Gibney non è rimasto soltanto nel Wisconsin , ma si è spostato anche  in Italia e in Irlanda, ottenendo così diverse testimonianze e documenti inediti, per denunciare, in questo documentario, la complicità e soprattutto l’omertà del Vaticano (oltre che dello stesso Papa Ratzinger), su queste vicende terribili.

SHARE