Oscar 2014: votazioni chiuse. Who is the winner?

articoli-oscars-mmSi è chiusa stanotte, intorno alle 02:00  circa italiane, la votazione dei membri degli Academy per scegliere chi secondo loro è il più meritevole di ogni categoria.
Ormai il tutto sta nel conteggio dei voti, che si concluderanno entro sabato e domenica sera, si avranno i risultati.
Dunque, tutti con le dita incrociate nell’attesa di vedere chi saranno i più meritevoli!
Ma facciamo il punto.

Le sfide più intense ed accattivanti, quest’anno riguardano tutte e 4 le categorie dedicate ai migliori attori:
Miglior attore protagonista: guerra aperta tra Christian Bale (“American Hustle”), Bruce Dern (“Nebraska”) e specie tra Chiwetel Ejiofor (“12 Anni Schiavo”), Matthew McConaughey (“Dallas Buyers Club”) e, dall’alto della sua pazienza riguardo agli Oscar, Leonardo DiCaprio (“The Wolf of Wall Street”);Oscar 2014: nuove regole per il voto al Miglior film straniero
Miglior Attrice Protagonista: stesso discorso di cui sopra. Si fa dura fare una scelta ponderata, poiché meriterebbero tutte e 5; Amy Adams (“American Hustle”), e come DiCaprio, anche lei dotata di tanta pazienza, Sandra Bullock (“Gravity”), Cate Blanchett (“Blue Jasmine”), Judi Dench (“Philomena”) e last, but not last, Meryl Streep (“I Segreti di Osage County”);
Miglior Attore non Protagonista: sfida interessante tra Jared Leto (“Dallas Buyers Club”) e Michael Fassbender (“12 Anni Schiavo”), e poi subito dietro, troviamo Barkhad Abdi (al suo primo film, “Captain Phillips”), Bradley Cooper (“American Hustle”) e Jonah Hill (“The Wolf of Wall Street”);
Miglior Attrice non Protagonista: sfida a triangolo tra Jennifer Lawrence (“American Hustle”), Lupita Nyong’o (“12 Anni Schiavo”) e Julia Roberts (“I Segreti di Osage County”), senza dimenticare Sally Hawkins (“Blue Jasmine”) e June Squibb (“Nebraska”).
Le sfide che riguardano le categorie come Miglior Film (“American Hustle”, “Captain Phillips”, “Dallas Buyers Club”, “Gravity”,“Her”, “Nebraska”, “Philomena”, “12 Years a Slave”, “The Wolf of Wall Street”) e Miglior Regista (“American Hustle” David O. Russell, “Gravity” Alfonso Cuarón, “Nebraska” Alexander Payne, “12 Years a Slave” Steve McQueen e “The Wolf of Wall Street” Martin Scorsese) sono di quelle da non perdere.
Incrociamo tutte le dita possibili, nella speranza che l’ambita statuetta possa tornare ancora nel nostro Bel Paese, dopo 15 anni (“La Vita è Bella” di Benigni), con il capolavoro di Sorrentino,La Grande Bellezza“.
L’appuntamento è (per noi) nella notte tra domenica 2 e lunedì 3 marzo, da NON PERDERE!

Articolo di Mara Siviero

No Comments Yet

Comments are closed