Nymphomaniac uscirà in Italia grazie a Lapo Elkann

Nymphomaniac, il film-scandalo di Lars Von Trier che uscirà in Danimarca il 25 dicembre e negli Stati Uniti all’inizio del nuovo anno, dopo tante polemiche uscirà anche nelle sale italiane.

In seguito alla petizione on-line lanciata da Firmiamo.it che ne richiedeva la visione anche nel Paese nostrano nonostante l‘alto tasso erotico che sfiora il pornografico, il lungometraggio ha trovato una casa di distribuzione. Si tratta della Good Films, la casa di produzione cinematografica fondata da Ginevra Elkann, Francesco Melzi d’Eril, Luigi Musini e Lorenzo Mieli. Azionista al 30% anche Lapo, il rampollo della FIAT, che ha investito in questa società che già in passato si era distinta per aver acquistato lavori di ottimo livello tra cui Don Jon, Locke e Dallas Buyers Club, film premiato e molto acclamato.

Nymphomaniac italia

Nymphomaniac, l’hardcore movie danese, è stato prodotto in due versioni, una hard e una soft. Per quanto riguarda la prima, della durata di 5 ore e mezza, non è ancora stata resa nota la data di distribuzione. La seconda, invece, di 4 ore, meno hot dell’altra, è destinata a sbarcare al cinema sconvolgendo gli spettatori come pochi altri film hanno saputo fare.

Nel lungometraggio, infatti, il regista Von Trier si è servito di attori pornografici, andando ad inserire digitalmente i loro genitali nelle scene girate dal cast stellare di cui il film vanta.

La pellicola, da gustare assolutamente a pezzi, assaporando ogni orgasmo offerto dai protagonisti, è da considerarsi una scommessa, considerando il fatto che, visto l’alto tasso erotico e la storia scandalosa, Nymphomaniac sarà vietato ai minori di 18 anni.

Il film tratta di una ninfomane (Charlotte Gainsbourg), seguendo le sue vicende dall’adolescenza alla maturità, e a giudicare dal trailer trasgressivo qui di seguito, in cui spiccano corpi nudi e frustini, farà sicuramente parlare di sé.

No Comments Yet

Comments are closed