Michele Merlo, shock sulla causa della morte: «Leucemia scambiata per strappo muscolare, poteva essere salvato»

Il medico di base trattò un ematoma come uno strappo muscolare, quando poi Michele Merlo era malato di Leucemia. La perizia conferma che poteva essere salvato.

Una speranza c’è sempre, e forse Michele Merlo poteva essere salvato da una morte shock avvenuta troppo presto, quella del 6 giugno 2021 a Bologna per una forma fulminante di leucemia, se fosse stata diagnosticata correttamente quella «botta», quel grosso ematoma alla gamba che aveva fatto vedere al proprio medico di base e poi ad altri sanitari. Una percentuale di sopravvivenza che è stata valutata «tra il 79 e l’86%» se si fosse capito che l’ematoma alla gamba era il sintomo della malattia, e non un semplice strappo muscolare, come invece venne valutato dai medici.

È la conclusione della perizia, disposta in incidente probatorio dal gip di Vicenza.

Link