contatore accessi web
michele bravi vittorio sgarbi

Michele Bravi torna con la nuova Canzone: Odio, testo e significato

Il giovane cantautore Michele Bravi presenta un brano mid-tempo che anticipa il suo prossimo album, esplorando il tema della dipendenza emotiva.

Michele Bravi, giovane cantautore in costante evoluzione artistica, fa il suo ritorno con il singolo “Odio,” prodotto dai Room9. Questo brano mid-tempo rappresenta una svolta significativa nella carriera di Bravi e funge da anticipazione per il suo prossimo album di inediti.

Michele Bravi Torna con ‘Odio’: Un Viaggio nella Dipendenza nei Rapporti

Il singolo “Odio” offre un’immersione profonda nel tema della dipendenza emotiva in una relazione disfunzionale. Michele Bravi stesso spiega: “Odio è il primo capitolo musicale del mio nuovo album. È una canzone sulla spietata dipendenza dal corpo dell’altro. La declinazione più ossessiva del racconto d’amore che nel disco troverà tutte le sue traduzioni.”

Questa canzone rappresenta un passo avanti per Bravi, che continua a sperimentare e a esplorare nuovi territori musicali. La sua voce avvolgente e l’approccio sincero alla narrazione rendono “Odio” un brano coinvolgente che affronta tematiche complesse con sensibilità e profondità.

“Odio” è ora disponibile su tutte le piattaforme digitali, offrendo agli ascoltatori l’opportunità di immergersi in questo viaggio musicale. Inoltre, i fan possono anticipare l’uscita del brano pre-salvandolo sulle piattaforme, assicurandosi di non perdere questa nuova evoluzione artistica di Michele Bravi.

MICHELE BRAVI – ODIO – TESTO

Quanto ti odio ti odio ti odio ti odio
Perché ti amo ti amo ti amo ti amo

E più ti guardo, più capisco quanto sei bugiardo
E vorrei andarmene, ma il punto è che non riesco a farlo
E di sicuro con lui lo penso tutte le volte
Facevate l’amore per tutta la notte

Ma come posso farne a meno
Lo vedi che mi sono arreso
Però ti odio e non lo nego
Perché ti amo, pensa quanto sono scemo

Ed è iniziato come un gioco
Guardami adesso, grido aiuto
Che ti odio da perderci il fiato
Ma quanto è vero che ti amo

Di te non mi rimane niente
Ma di me hai preso tutto senza chiedere
Anche stanotte tu che sbagli il mio nome
Lo so che fa male, ma non riesco a scappare da te

Che cerchi sempre in me il colpevole
Lo senti il sale delle lacrime
E mi si è rotta la voce
Che c’è l’aria viziata quando parlo d’amore con te

Odio i nostri corpi nudi sopra un letto
Riescono a parlarsi con la carne
Ma quando poi ti guardo, non ci vedo niente
Solo un vuoto intenso e ruvido

Non mi chiedere, non mi chiedere, no
non mi chiedere, non lo chiedere, no
Che non riesco a stare neanche un giorno senza te

Ma come posso farne a meno
Lo vedi che mi sono arreso
Però ti odio e non lo nego
Perché ti amo, pensa quanto sono scemo

Ed è iniziato come un gioco
Guardami adesso, grido aiuto
Che ti odio da perderci il fiato
Ma quanto è vero che ti amo

Di te non mi rimane niente
Ma di me hai preso tutto senza chiedere
Anche stanotte tu che sbagli il mio nome
Lo so che fa male, ma non riesco a scappare da te

Che cerchi sempre in me il colpevole
Lo senti il sale delle lacrime
E mi si è rotta la voce
Che c’è l’aria viziata quando parlo d’amore con te

Ti odio, ti odio, ti odio, ti odio
perché ti amo, ti amo, ti amo, ti amo

Di te non mi rimane niente
Ma di me hai preso tutto senza chiedere
Anche stanotte tu che sbagli il mio nome
Lo so che fa male, ma non riesco a scappare da te

Che cerchi sempre in me il colpevole
Lo senti il sale delle lacrime
E mi si è rotta la voce
Che c’è l’aria viziata quando parlo d’amore con te

MisterMovie.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.
Link