Michael Keaton nasconde il discorso di ringraziamento agli Oscar 2015: il video

Le reazioni che vediamo sono sempre felici: anche gli sconfitti applaudono, lieti per la vittoria dei concorrenti. Questo è quello a cui siamo abituati – basti pensare a come Meryl Streep abbia incitato Patricia Arquette, durante il discorso di ringraziamento di quest’ultima, con un tifo da stadio. Le reazioni emotive interiori, le vediamo poco o…

Michael Keaton nasconde discorso Oscar 2015Le reazioni che vediamo sono sempre felici: anche gli sconfitti applaudono, lieti per la vittoria dei concorrenti. Questo è quello a cui siamo abituati – basti pensare a come Meryl Streep abbia incitato Patricia Arquette, durante il discorso di ringraziamento di quest’ultima, con un tifo da stadio. Le reazioni emotive interiori, le vediamo poco o niente. È il loro mestiere, fingere emozioni che non provano, e allora anche mascherarlo può diventare, chissà, più facile.

Però ci sono cose che colgono talmente di sorpresa che, allora, diventa davvero difficile nasconderle del tutto: è quello che è successo a Michael Keaton alla proclamazione di Eddie Redmayne. Quello che abbiamo visto tutti è stata una platea estasiata per la vittoria del giovane attore, abbiamo visto commuoversi i presenti al Dolby Theatre ma ci siamo commossi anche noi, perché quel giovane attore, promessa prima e conferma poi, ha estasiato davvero tutti. Quello che non abbiamo visto è stato come Michael Keaton abbia nascosto il discorso che aveva già pronto, per ringraziare dell’Oscar. Rivediamo il video principale, la proclamazione:

Non serve arrivare oltre i 30 secondi, messi a pieno schermo e con lo sguardo sulla figura di Keaton, per vedere cosa succede: nasconde un foglietto prima sotto al braccio, e poi di nuovo in tasca. È il suo discorso, quello che probabilmente era sicuro di poter finalmente pronunciare per la sua interpretazione in Birdman, quello che doveva essere il suo riscatto anche hollywoodiano. Perché Birdman è Batman e Keaton è Riggan Thompson – o in molti lo hanno voluto interpretare proprio così – e non ha ancora trovato libertà dal proprio fantasma peggiore.

Link