contatore accessi web

Lo sceneggiatore di ‘Challengers’ Justin Kuritzkes definisce la linea ‘Spider-Verse’ un ‘cenno’ a Zendaya e Amy Pascal

Zendaya in "Challengers": tra tennis e Spider-Man.

Zendaya torna sul grande schermo con “Challengers”, un film che la vede protagonista al fianco di Mike Faist e Josh O’Connor. La pellicola, diretta da Luca Guadagnino, racconta la storia di Tashi (Zendaya), una tennista professionista costretta a ritirarsi per un infortunio. Tashi decide quindi di allenare il marito Art (Faist), anche lui tennista, per aiutarlo a ritrovare la sua forma migliore. Le cose si complicano quando il loro ex compagno di college, Patrick (O’Connor), si presenta al torneo, creando tensioni e rivalità.

Zendaya in “Challengers”: tra tennis e Spider-Man

Nel film, c’è un riferimento al franchise di Spider-Man, che Zendaya ha interpretato nel Marvel Cinematic Universe. La figlia di Tashi, Lily, chiede alla madre se possono guardare “Spider-Verse” insieme. Lo scrittore Justin Kuritzkes ha spiegato a TheWrap che l’idea di questo riferimento è nata da Zendaya e dalla produttrice Amy Pascal, entrambe coinvolte nei film di Spider-Man.

Kuritzkes ha elogiato il regista Luca Guadagnino per il suo lavoro su “Challengers”, affermando che ha portato la sceneggiatura a un livello superiore. “Luca porta così tanto in qualsiasi film. È una di quelle persone che parla fluentemente la lingua del cinema. È davvero nelle sue ossa”, ha detto Kuritzkes.

Kuritzkes ha tratto ispirazione per la sceneggiatura da una partita di tennis tra Naomi Osaka e Serena Williams nel 2019. La partita è stata caratterizzata da una penalità controversa a Williams per un tentativo di coaching da bordo campo. Questo episodio ha spinto Kuritzkes a riflettere sul ruolo delle relazioni personali nel mondo del tennis professionistico.

Fonte: TheWrap
Link