contatore accessi web
Chris Hemsworth in FURIOSA: A MAD MAX SAGA WARNER BROS. PICTURES

Box office in Cina ‘Furiosa’ e ‘Civil War’ falliscono negli incassi

Le produzioni locali dominano le vendite dei biglietti mentre Furiosa e Civil War arrancano.

Durante il fine settimana festivo del Dragon Boat Festival in Cina, le produzioni di Hollywood non sono riuscite a imporsi al botteghino, con Furiosa: A Mad Max Saga e Civil War di A24 che hanno registrato incassi modesti. Furiosa, diretto da George Miller e primo film della saga di Mad Max a essere distribuito in Cina, ha debuttato al sesto posto con soli 3,7 milioni di dollari. Civil War, diretto da Alex Garland, ha incassato ancora meno, con 2,3 milioni di dollari, secondo i dati della società di consulenza Artisan Gateway.

Furiosa e Civil War deludono al botteghino cinese durante il Dragon Boat Festival

Nonostante il budget di produzione di 50 milioni di dollari, Civil War era già un successo internazionale, avendo guadagnato 69 milioni di dollari in Nord America e 114 milioni di dollari globalmente. Tuttavia, Furiosa aveva bisogno di una spinta maggiore, dato che i suoi 144 milioni di dollari al botteghino globale non coprono ancora il budget di 168 milioni di dollari. Le previsioni dell’app di biglietteria cinese Maoyan indicano che Furiosa concluderà la sua corsa con circa 7,5 milioni di dollari, mentre Civil War raggiungerà un massimo di circa 3,7 milioni di dollari.

Anche The Garfield Movie di Sony, che aveva esordito al secondo posto la settimana precedente, è scivolato al quarto posto con 5,4 milioni di dollari nel secondo fine settimana, raggiungendo un totale di 15,2 milioni di dollari dopo nove giorni di proiezione in Cina.

Le produzioni locali hanno dominato il botteghino durante il festival. La commedia cinese Be My Friend, basata sull’omonimo programma televisivo e diretta da He Nian, ha conquistato il primo posto con 8,1 milioni di dollari. La commedia poliziesca Walk the Line, del regista Wubai, è arrivata al secondo posto con 7,8 milioni di dollari, mentre Crisis Negotiators, un remake di Hong Kong di The Negotiator di F. Gary Gray, ha ottenuto il terzo posto con 5,8 milioni di dollari.

A partire da lunedì, le entrate totali dei biglietti in Cina dall’inizio dell’anno sono state di 3,15 miliardi di dollari, in calo del 2,2% rispetto allo stesso periodo del 2023. Tra le prossime uscite degli studios statunitensi in Cina ci sono Inside Out 2 della Pixar il 21 giugno e Bad Boys 4 il 22 giugno.

Invitiamo i lettori a continuare a seguire “Mister Movie” per rimanere aggiornati su tutte le novità e gli sviluppi del mondo del cinema internazionale e locale.

MisterMovie.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.
Link