Stefania Sandrelli: “Rifiutai un calciatore della Lazio, mi picchiò a sangue”

Stefania Sandrelli in una recente intervista ha rivelato per la prima volta di aver subito le violenze da parte di un calciatore della Lazio di cui lei rifiutò le avance.

L’attrice oggi 76 anni, ha rivelato qualcosa di molto brutto del suo passato. Quando aveva 17 anni rifiutò un calciatore noto dell’epoca e di lì l’aggressione da parte di lui.

“Ho avuto un’esperienza terribile con un calciatore della Lazio, morto qualche anno fa. Era il fidanzato di Gigliola, una delle mie migliori amiche, che mi ospitava a casa sua. Mi disse: “Ti accompagno io, andiamo con due macchine”. Non potevo immaginare cosa sarebbe successo”, ha confessato poi l’attrice: “Mi viene incontro e mi dice “Ti aspetto in cabina”, realizzo che si aspettava di fare sesso e io non volevo, nel modo più assoluto. In quella cabina mi ha picchiato a sangue, mi ha rotto la faccia, le ossa, mi ha gonfiato gli occhi. Ero più morta che viva. Quando confessai a Gigliola piangemmo insieme, per non farmi vedere mi rinchiuse in una specie di cantinato. Poi chiamò i carabinieri e da allora lei non l’ha mai più visto. Era una cosa pazzesca, che avevo rimosso”.

Link