contatore accessi web

La cugina di Nicolas Cage è una regista famosissima: è il nipote di…

Non vi vogliamo tenere sulle spine, ma Nicolas Cage ha uno zio molto famoso, ed una cugina regista altrettanto famosa.

La cugina di Nicolas Cage è figlia d’arte, anche suo padre (lo zio di Nicolas Cage) era un importante regista. Di chi stiamo parlando?

Lo zio di Nicolas Cage è Francis Ford Coppola

Se vi dicessimo che Nicolas Cage è il discendente di Francis Ford Coppola e parente di Sofia Coppola, potreste rimanere sorpresi, eppure è proprio così. Il celebre attore, il cui vero nome è Nicolas Kim Coppola, ha radici italiane e suo padre è il fratello del rinomato regista Francis Ford Coppola, che lo ha introdotto nel mondo del cinema. La sua prima esperienza sul grande schermo risale al 1983, nel film “Rusty il selvaggio”, diretto proprio dallo zio.

Francis Ford Coppola è universalmente riconosciuto come uno dei più grandi registi nella storia del cinema, al pari di illustri colleghi come Martin Scorsese, Stanley Kubrick e Steven Spielberg. Tra le sue opere più celebri figura la trilogia de “Il padrino”, diventata un vero e proprio cult cinematografico. Inoltre, ricordiamo “Apocalypse Now”, “Dracula di Bram Stoker”, “Tucker, un uomo e il suo sogno”. Nel corso della sua carriera, il regista e sceneggiatore ha vinto sei premi Oscar, tra cui uno per “Patton, generale d’acciaio”, due per “Il padrino” e uno alla memoria Irving G. Thalberg nel 2011.

Nicolas Cage è cugino di Sofia Coppola

E come si suol dire, la mela non cade mai troppo lontano dall’albero. La figlia di Francis, Sofia Coppola, sembra aver ereditato tutto il talento del padre, dimostrandolo attraverso numerosi film memorabili. Dopo aver recitato in alcune pellicole dirette proprio da suo padre e da altri registi, Sofia ha esordito come regista con il film “Il giardino delle vergini suicide”, che ha ottenuto un successo internazionale fin dal suo primo ingresso nelle sale. Non avrebbe potuto desiderare un inizio di carriera migliore. Il suo successo è proseguito con pellicole successive come “Lost in Translation – L’amore tradotto”, “Marie Antoinette”, “Somewhere”, “Bling Ring”, “A Very Murray Christmas”, “L’inganno” e “On the Rocks”.

Link