SHARE

Alla fine lo ha fatto. Gerard Depardieu mette in pratica ciò che prima aveva solo detto a parole e cambia cittadinanza alimentando lo stupore generale, in patria e fuori.

Vladimir Putin gli ha concesso ufficialmente l´appartenenza alla sua Federazione, richiesta a gran voce dall´attore a breve nei cinema nostrani con Asterix e Obelix al servizio di sua maestà.

Il tutto si era risolto, infatti la fantomatica legge introdotta dal primo ministro francese François Hollande il quale avrebbe aumentato al 75% l´aliquota dovuta allo stato per i redditi altissimi (sopra il milione di euro all´anno per intenderci) non è stata approvata, ma il signor Depardieu è un uomo serio e nonostante tutto ha portato avanti la propria causa: “Vado via lo stesso“. E così fu!

La rinomata intolleranza di Gerard Depardieu non si è smentita neanche stavolta e l´ex cittadino francese ha così deciso in tutta fretta di vendere la sua villa parigina per andare a insediarsi in Belgio. Ora dopo l´accettazione della sua richiesta in terra russa, gli toccherà cambiare nuovamente sede, sempre che riesca a rientrare con le spese di trasloco.
Gerard-Depardieu-cittadinanza-russaL´ultimo contatto tra il presidente Hollande e Depardieu è recente ma non sembra avere avuto buon esito; pare infatti che l´attore, telefonicamente, si sia detto disgustato dalla sua politica. Ecco le parole di Arnaud Frilley, intermediario degli affari russi dell´attore, intervistato da France Presse:

“Si sono parlati in modo molto calmo, Lui (Depardieu) gli ha detto che è disgustato, che trova che la stampa sia diventata terribile e che ha bisogno di tirarsi un po´ indietro”.
“L´attore farà retromarcia?”
“Sapete, lui resta francese nel cuore dei francesi. I cinefili lo amano. Lui si è fatto un po´ il portavoce di molti che non dicono niente”.

Pronto per una cittadinanza italiana? “Neanche per sogno, troppe tasse!“.

SHARE

2 COMMENTS

Comments are closed.