Capodanno Breaking Bad: fan arrestato per spaccio

breakingbadfinale[1]A volte la TV è lo specchio della società, o meglio della realtà, ma è bene capire che è proprio quest’ultima ad ispirare i films, e proprio da serie-tv dove incombono apocalissi zombie, supereroi con potere paranormali, avvenimenti horror, c’è anche Breaking Bad, eletta la miglior serie tv dell’anno, ad esser stata a Capodanno nell’occhio del ciclone.

La responsabilità sociale e morale di chi queste storie le scrive e le produce è grande, e gli studios non si fanno scrupoli a portare sul grande o piccolo schermo storie di ordinaria follia.

Dalla realtà a Breaking Bad, fan arrestato per droga

Una serie tv in particolare ha riscosso grande successo vincendo dieci Emmy Awards, i premi riservati alle serie televisive, in cinque anni. Stiamo parlando di Breaking Bad, che racconta la storia di un professore di chimica che braccato da una pessima situazione economica e personale, decide di iniziare a produrre e spacciare meth, metanfetamina.

Beh, saprete già dove stiamo arrivando: un ragazzo del sud della Florida, fan accanito della serie, ha deciso di trasformarla in realtà. Purtroppo per lui è stato arrestato il giorno di Capodanno, con le accuse di possesso di sostanze psicotrope atte alla vendita, e di un vero e proprio laboratorio. Fin qui niente di strano: succede spesso.

Il bello è che Ryan Lee Carroll, il 28enne in questione, aveva vinto un contest sponsorizzato da Aaron Paul, uno dei due protagonisti della serie, per la campagna anti bullismo Kind Campaign, ideata proprio dalla moglie di Paul. Carroll aveva vinto un viaggio a Los Angeles e aveva assistito all’episodio finale, proiettato per l’occasione all’Hollywood Forever Cemetery, proprio come ospite di Paul.

No Comments Yet

Comments are closed