#BESOCIAL

Orson Welles film d esordio Too Much JohnsonGrazie alla Cineteca del Friuli di Pordenone, la pellicola originale del film d’esordio del grande regista Orson Welles, è pronta a tornare alla luce. Considerata vero e proprio “reperto storico“, “Too Much Johnson“, questo il titolo del mediometraggio muto del 1938, dell’autore indiscusso di capolavori come “Quarto Potere” (1941), “Macbeth” (1948), “Otello” (1952), “L’infernale Quinlan” (1958), “Il processo” (1962) e “F come falso” (1975), nonché presentatore del celebre spettacolo radiofonico “La guerra dei mondi” (1938), trasmissione che fece spaventare molti americani, perché convinti da Welles di essere sotto attacco alieno, racconta la storia di un playboy, che per sfuggire dalle grinfie del marito di una delle sue amanti, decide di rifugiarsi nell’isola di Cuba, impossessandosi dell’identità di un proprietario terriero del posto.

Tratto dall’omonima opera letteraria di William Gillette del 1894, “Too Much Johnson” sarebbe dovuto servire inizialmente per accompagnare la rappresentazione teatrale della stessa, attraverso la proiezione di tre corti dalla durata di venti minuti l’uno, poi però Welles capì che il mezzo cinematografico si sarebbe rivelato molto più incisivo sul piano sia della regia che del montaggio, e così creò e diresse la versione in celluloide. Nonostante il fatto che “Too Much Johnson” non fu mai ufficialmente terminato, a causa di grossi problemi finanziari di Welles, il film con protagonista l’attore Joseph Cotten, è stato ritrovato in ottime condizioni, così da indurre la Cineteca del Friuli a presentarlo al prossimo Festival del cinema muto, in programma a Pordenone dal 5 al 12 ottobre 2013, con la collaborazione dell’associazione Cinemazero.

Qui sotto potete vedere alcuni slideshow del film:

#BESOCIAL