SHARE
Chronicle-2-sequel-locandina

Chronicle-2-sequel-locandinaNovità provenienti dal mondo dei Sequel hollydwoodiani, è infatti il turno di Chronicle 2 e quello che sta accadendo intorno alla sceneggiatura, non ci fa proprio piacere; il fortunato film su alcuni ragazzi che acquistano improvvisamente dei super poteri, ha sbalordito tutti, non il classico film con la tecnica del footage, ma oltre (vi consiglio di vedere perché), il sequel annunciato praticamente da subito però, è il classico esempio di come l’industria cinematografica statunitense sia sempre meno interessata a sperimentare la seppur minima variazione o innovazione e di come il contrasto storico fra produttori e sceneggiatori abbia ormai raggiunto un punto di non ritorno.

L’autore dello script del primo Chronicle, Max Landis, figlio di John Landis, si è subito messo al lavoro sul sequel e, a sentire il padre, si tratta di un’ottima sceneggiatura, un lavoro di rifinitura, progressione ed evoluzione di quanto visto nel primo film.
Quindi qual’è il problema?

Per i vertici della Fox questo sequel si discosta troppo da quanto visto in Chronicle e quindi non va bene.
I produttori vogliono la stessa identica formula, le stesse situazioni, personaggi e contrasti visti nel primo, magari con qualche effetto speciale in più tanto per condire il tutto.

La delusione di Landis, così come quella di Josh Trank (il regista) è ovviamente enorme e al momento non è facile capire il futuro di questa franchise: Max Landis accetterà di riscrivere il tutto secondo i dettami dei produttori?
Verrà incaricato qualche altro scrittore per una revisione?

Quel che pare sicuro è che ci aspettano su grande schermo tanti altri Chronicle, tutti uguali uno all’altro… ma la domanda quindi ora sorge: riusciranno ad essere paragonati seppur minimamente al primo?

SHARE

1 COMMENT

Comments are closed.