Lol: Chi ride è fuori: le gag copiate dall’Estero? La replica di Lillo

Ormai chiunque ne ha parlato, Lol: Chi ride è fuori è arrivato su Amazon Prime Video. Dalle pagine alle vignette con le gag più esilaranti sulle pagine Instagram o Facebook… ma quanto vi ha fatto ridere Lol? Beh tanto o poco, una notizia scottante riguarda le gag, qualche fan ha fatto il raffronto con le altre versioni estere – ad esempio quella tedesca – e quello che n’è uscita fuori, non è altro che una copia. Ma è davvero così?

Lol: le gag sono copiate dall’estero?

C’è disorientamento tra i fan di “Lol: Chi ride è fuori”, è copiato? Su Twitter per esempio stanno girando gli sketch dei comici in gara raffrontate a quelle dei comici stranieri. Da Amazon – il cui account è molto attivo sui social – non è arrivata ancora alcuna replica alle perplessità dei telespettatori. 

A finire sotto accusa è Lillo, il quale a stretto giro ha replicato in un’intervista al Corriere della Sera: “Ci sono stati, ovvio. Ma se devi far ridere gli altri usi anche cose che fanno tanto ridere te per primo, sempre dichiarando la fonte – ha spiegato –  Anche le barzellette non le ho inventate io. Ma mi facevano ridere. Posaman o la frase “so Lillo” è chiaro che vengono da me, ma è un gioco, una sfida in cui ognuno usa le armi che gli fanno più ridere. Forse se uno si basa sugli sketch estrapolati dalla puntata non sa che avevo citato la mia fonte”.

Lillo ha inoltre sottolineato che gli autori non hanno imboccato in alcun modo i concorrenti, che quindi potrebbero aver preso ispirazione spontaneamente dalle edizioni straniere. E, a proposito dello sketch incentrato sull’illusionismo, ha precisato: “Quel numero non è mio e nemmeno del concorrente tedesco, ma del mago Lioz, come dichiaro anche all’inizio dello sketch, mostrando anche un finto biglietto che mi avrebbe consegnato lui, in quanto suo adepto. Insomma, ho subito dichiarato l’autore”. 

Commenti

Non puoi lasciare commenti.