Jack Reacher – Punto di non ritorno, recensione: il vero eroe è Tom Cruise!

jack-reacher-punto-di-non-ritorno-recensioneTom Cruise arriverà nelle sale cinematografiche il 20 Ottobre, con il nuovo film action Jack Reacher – Punto di non ritorno, sequel della fortunata saga iniziata nel 2012. La star torna ad interpretare il personaggio ideato dalla penna di Lee Child, in un film costruito su misura per le sue qualità da action hero.

Jack Reacher ora è davvero un supereroe, non avrà i poteri paranormali, ma ha tutte le carte in regola per diventare un superuomo. In Punto di non ritorno, il regista Edward Zwick sceglie la strada degli effetti speciali per farci mantenere incollati alla sedia, per un intrattenimento ludico che va oltre l’action hero di Tom Cruise, che a paragone con il precedente La prova decisiva di Christopher McQuarrie (del 2012), si dimostra un risolutore in pressoché ogni situazione.

In questo nuovo capitolo vediamo un cambio di rotta, che porta il personaggio di Reacher ad impersonare un’aurea più mitica, nei combattimenti non cade mai, nemmeno contro cinque persone, ed è precursore del tempo. Cruise nel film appare in formissima e va a nozze con questo tipo di spettacolo, in un quadretto formato dalle co-star femminili, per incarnare un quadretto formato da un certo spessore psicologico: è un’anima solitaria, quasi asociale ma che lo spingerà ad essere più di quel che mostra alle persone (ad i nemici e verso l’altro sesso). Nel film non mancano i siparietti comici, che spezzano egregiamente i momenti d’azione.

Un carisma che si mostra anche in quest’ultimo trailer, prima dell’approdo nelle sale… per una esperienza ludica fuori dagli schemi.



No Comments Yet

Comments are closed