#BESOCIAL

You Shall Know Our Velocity Daniel RadcliffeDaniel Radcliffe è stato impegnato, tra teatro e cinema, a cercare il suo posto nel mondo dell’intrattenimento e ha provato a spaziare il più possibile, dimostrando di potersi liberare dal giogo dell’occhialuto maghetto di Hogwarts.

Molti i lavori in cui l’attore è coinvolto ultimamente e ciononostante, Radcliffe ha trovato anche il tempo di inserire nella sua agenda una commedia indipendente dagli spunti drammatici, “You Shall Know Our Velocity”, tratta dall’omonimo libro di Eggers Dave, da noi arrivato in Italia con il titolo “Conoscerete la nostra velocità”.

La sinossi dell’opera recita:

Due amici, Will e Hand, decidono di fare il giro del mondo per liberarsi di una somma di denaro che la sorte ha messo loro inaspettatamente tra le mani. Purtroppo, viaggiare non si rivelerà affatto un compito facile e ancor meno lo sarà sbarazzarsi di quei soldi. “Conoscerete la nostra velocità” è il racconto della presa di coscienza, da parte di due giovani, della sofferenza e della morte, ma anche dell’inebriante imprevedibilità dell’esistere. Una storia estremamente personale, ma anche una vigorosa allegoria morale sulle difficoltà degli americani a confrontarsi con il mondo intorno a loro.

Daniel Radcliffe interpreterà uno dei due protagonisti, Will, nell’adattamento diretto da Peter Sollet (“Nick & Norah – Tutto accadde in una notte”, 2008), sceneggiato da Wells Tower e prodotto da Tim PerellMichael Benaroya.

“You Shall Know Our Velocity” è stato presentato ai distributori a Cannes ed è stato pre-acquistato dalla Sony Pictures Worldwide Acquisitions, che si occuperà di portare il film in gran parte dei territori internazionali, quali il Canada, il Giappone, l’Australia, la Russia, la Corea del Sud, l’America Latina, la Francia, la Germania, la Spagna e, ovviamente, l’Italia.

Visti gli impegni dell’attore inglese, le riprese non inizieranno prima del 2015, ma, in ogni caso, l’uscita sul nostro territorio sembra essere assicurata. Radcliffe avrà un anno pieno davanti, con ben 5 film annunciati oltre a questo. Tra i tanti progetti del giovane attore, alcuni attesi in sala e altri in procinto di decollare, troviamo:

  • “Horns”, presentato lo scorso anno al  Toronto International Film Festival;
  •  “Frankenstein”, rilettura del classico di Mary Shelley con James McAvoy;
  • “Tokyo Vice”, tratto dalle memorie di Jake Adelstein, che fu il primo occidentale a lavorare per un giornale giapponese, e incentrato sulla sua lotta contro uno dei boss criminali più potenti di Tokyo
  • “College Republicans”, basato sulla vera storia di Karl Rove, che cercò di diventare Presidente del College Republican National Committee , grazie all’aiuto di Lee Atwater, intraprendendo anche un viaggio in auto per guadagnare sostenitori. Il film potrebbe segnare una nuova collaborazione tra Radcliffe e Dane DeHaan;
  • “Gold” che, insieme ai biopic su Jesse Owens, si concentrerà sul mondo dell’atletica e in particolare sulla rivalità tra Sebastian Coe e Steve Ovett.

Se questo non è un attore impegnato…

#BESOCIAL