#BESOCIAL

x-filesEbbene sì! Tra i grandi ritorni nelle serie TV, potremmo trovare dopo Twin Peaks del geniale David Lynch, anche X-Files. A dichiararlo sono stati, durante la TCA press tour, Gary Newman e Dana Walden, presidenti della FOX. I due hanno quindi confermato le voci intorno a una possibile messa in onda. Alle dichiarazioni dei due si sono accompagnate quelle di David Duchovny, l’ex agente Mulder, che ha dichiarato su USA Today di sentirsi pronto :

“Sono più che felice e eccitato di riportare sullo schermo la serie, e di ritrovare Gillian Anderson (agente Scully) e Chris Carter (creatore della serie).”

Duchovny, arrivato dopo sette stagioni alla fine di Californication, si è quindi reso disponibile per un revival, finora anticipato da due film, uno nel 1998 (X-Files – Il film) e uno nel 2008 (X-Files: Voglio crederci), ma solamente per una miniserie, dichiarando di non avere l’energia per uno show completo. Rassicurano anche le dichiarazioni di Newman, che si è detto in buoni rapporti con David, Gillian e Chris, con cui ha collaborato per tutta la produzione.

Dovremo quindi attendere che tutto sia ufficiale per rivedere la serie TV andata in onda dal 1994 al 2002, capace di conquistarsi la bellezza di tre Golden Globe (1995-97-98) come miglior serie drammatica e di segnare le menti di un pubblico a volte anche scettico. La serie TV, di genere horror-thriller, tratti infatti temi soprannaturali e fantascientifici, ma anche di stampo complottista, sempre di grande attualità e influenzabilità. Famoso infatti il contatto delle più alte sfere di stato con gli UFO o i diversi rapimenti alieni. In una serie prettamente paranormale, si staglia sullo sfondo il tema del governo ombra e di un confine fra scienza e sovrannaturale che per opera dell’uomo sembra sempre più labile. Le atmosfere tetre e i momenti di tensione accompagnano le stagioni dalla prima all’ultima, consegnando al pubblico uno show quasi perfetto, divenuto cult negli anni, capace persino di influenzare altre serie TV (Fringe) e di far scappare i bambini al solo accenno della sigla.

#BESOCIAL