#BESOCIAL
suicide-squad-margot-robbie-apnea

suicide-squad-margot-robbie-apneaRicordate Tom Cruise e l’impressionante scena di Mission: Impossible – Rogue Nation che lo costrinse a rimanere in apnea sott’acqua per sei minuti? Beh, il desiderio di spingersi oltre le proprie capacità ha contagiato anche Margot Robbie, interprete della folle Harley Quinn nell’atteso Suicide Squad.

Anche nel film di David Ayer vi è un’importante scena sotto il livello del mare, in cui la compagna del Joker è coinvolta in un combattimento. Ospite del Tonight Show di Jimmy Fallon, l’attrice ha raccontato di come abbia trattenuto il fiato per cinque minuti, nonostante la sequenza richiedesse solo di resistere sessanta secondi:

“Ho lavorato con questo incredibile apneista, che è venuto e con cui ho fatto quattro sessioni. Il suo nome è Kirk [che la Robbie chiamava scherzosamente Capitano Kirk ndr]. Si basa tutto sull’abbassare il proprio metabolismo. In un certo senso, mediti sott’acqua. È quello che fanno gli apneisti, ma è incredibile.”

Presa dalla sua natura competitiva, Margot Robbie ha anche dichiarato che, nonostante fosse consapevole di aver fatto più di quanto si aspettasse, era decisa a far meglio della sua stuntwoman una volta sentito che questa era stata sott’acqua per cinque minuti e mezzo. Dopo essere stata dissuasa dal provarci, l’attrice ha preferito accontentarsi.

Di seguito, l’intervista di Margot Robbie.

Suicide Squad arriverà nelle sale italiane il 13 agosto.

#BESOCIAL