#BESOCIAL

star-wars-josh-trank-spin-offMentre il primo spin off di Star Wars, diretto da Gareth Edwards e intitolato Rogue One, ha ingranato splendidamente (a breve dovremmo averne già un assaggio), il secondo “film dell’antologia”, come dovrebbero essere definiti questi capitoli indipendenti sull’universo di Star Wars, ha appena perso il proprio regista: Josh Trank.

Timori ve ne erano già stati quando, in occasione della Star Wars Celebration, Trank non si fece vivo, sebbene su Twitter abbia spiegato come sia dovuto rimanere a letto per via della “peggiore influenza della sua vita”. Ora, tuttavia, il regista ha lasciato una dichiarazione in cui comunica l’abbandono della produzione per seguire progetti creativi originali:

“Dopo un anno in cui ho avuto l’incredibile onore di lavorare con le persone magnifiche e talentuose della Lucasfilm, ho preso la decisione personale di intraprendere un cammino diverso. Ho impiegato un’enorme quantità di tempo per pensarci su, e so nel fondo del mio cuore che voglio inseguire alcune opportunità creative originali. Detto ciò, l’universo di Star Wars è stato una delle mie maggiori influenze, e non potrei essere più eccitato di essere testimone del suo futuro accanto ai milioni di fan di Star Wars. Voglio ringraziare i miei amici Kathleen Kennedy, Kiri Hart, Simon Kinberg e tutti quelli della Lucasfilm e della Disney per l’incredibile opportunità di far parte di tutto questo. Che la Forza sia con tutti voi.”

La vicepresidente dello sviluppo presso la Lucasfilm Kiri Hart ha commentato:

“È stato un privilegio collaborare con Josh. Siamo grati per l’energia e l’affetto per Star Wars che ha fornito al processo, e gli auguriamo il meglio.”

Nella dichiarazione, viene sottolineato come “la squadra di Star Wars stia continuando a sviluppare il progetto”, perciò si tratterà di trovare un nuovo regista e proseguire i lavori. Non so se ci siano retroscena nebulosi sull’abbandono di Josh Trank, ma ho apprezzato l’intenzione di affidare questi spin off a promesse come Trank ed Edwards; spero che per un regista come Trank che se ne va, Lucasfilm e Disney puntino a un altro astro nascente della fantascienza per osare in questo universo cinematografico.

Josh Trank ha comunque ammesso che si occuperà di progetti originali e questa è sicuramente una bella notizia. Ho apprezzato Chronicle e l’atipica visione proposta dei superpoteri, e proprio per questo attendo l’uscita del nuovo Fantastic Four – I fantastici 4, per cui un sequel è già fissato al 9 giugno 2017. E chissà che Trank non torni alla regia del secondo capitolo.

#BESOCIAL