Spielberg porta sullo schermo il GGG di Roald Dahl

Steven Spielberg GGGTenere il passo con i progetti di Steven Spielberg è davvero un’impresa e non sappiamo dire se sia a causa di tanta indecisione nel regista o di una sua voglia esagerata di mettere le mani su ogni produzione possibile. Pochi giorni fa vi avevamo riportato la notizia che il regista americano si era dimostrato interessato al film ispirato alla storia di “Edgardo Mortara”, nonostante si fosse anche avvicinato al remake di“West Side Story” e fosse ancora con la testa su “Robopocalyspe” e “Montezuma”. Ancor più recente, poi, è la notizia che desideri tornare a far coppia con l’amico Tom Hanks per portare sul grande schermo l’incidente dell’aereo-spia U-2 avvenuto nel 1960, avvenimento ancora oggi poco chiaro e che influenzò negativamente i rapporti tra gli Stati Uniti e l’allora Unione Sovietica.

Neanche a dirlo, The Hollywood Reporter ha appena annunciato che Spielberg ha un altro progetto in cantiere, ovvero l’adattamento firmato DreamWorks de “Il GGG”, libro per ragazzi di Roald Dahl (lo stesso autore di “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” e di “Furbo, il signor Volpe” da cui fu tratto “Fantastic Mr. Fox” di Wes Anderson).

Pubblicato nel 1982, “Il GGG (Grande Gigante Gentile)” è la storia di un gigante fuori dal comune, per niente goloso di ossa, ma anzi fin troppo gentile.

Steven Spielberg GGG

Il GGG, che sta per Grande Gigante Gentile, ci narra la storia di Sofia, una piccola bambina che vive in un orfanotrofio e che una notte, d’improvviso, viene prelevata da un gigante che la porta nel suo paese.

Il paese dei giganti in realtà non è un posto molto sicuro, né per Sofia né per altri umani, perché questi enormi esseri si cibano proprio di uomini, donne e bambini più piccoli di loro. Ma il GGG che ha rapito Sofia è diverso, è proprio buono e gentile, e non ha alcuna intenzione di mangiare la bimba, anzi, egli può fare per lei e per gli altri bambini cose bellissime e dolcissime, come eliminare gli incubi e portare gioiosi sogni nelle loro camerette. Insomma, il GGG è speciale! Ma soprattutto egli aiuterà Sofia a salvare il mondo degli umani dalla minaccia dei giganti, chiedendo aiuto persino alla Regina d’Inghilterra.

La produttrice Kathleen Kennedy nel 2012 aveva parlato del progetto, dichiarando che fosse quasi tutto pronto per l’inizio delle riprese, nonostante mancasse ancora il regista, dichiarando inoltre che si sarebbe trattato di un live-action.

Melissa Mathison, sceneggiatrice di “E.T. l’extraterrestre” e allora grande collaboratrice di Spielberg, ha adattato la sceneggiatura per il GGG, trasformando il progetto in un raduno di molti talenti della Amblin Entertainment, la compagnia di produzione fondata da Spielberg. Frank Marshall ricoprirà il ruolo di produttore assieme a John MaddenMichael Siegel, questi ultimi anche nelle vesti di produttori esecutivi. Le riprese dovrebbero iniziare nel 2015, in modo da portare nei cinema Sophie e il suo gigantesco amico per il 2016.

Questi i dettagli finora, in attesa di conferme, magari per voce dello stesso Spielberg, a cui auguriamo di schiarirsi le idee al più presto. Non mancheremo di tenervi informati in caso fossero rilasciate ulteriori informazioni o nell’eventualità che il regista adocchiasse qualche altro lavoro interessante.