Space Jam 2: il ritorno dei Looney Tunes?

Space Jam 2: il ritorno dei Looney Tunes?Twitter è quasi esploso quando sono uscite immagini e poster (assolutamente fan-made) di Space Jam 2. Sarà stato il sogno di qualche fan o una studiata indiscrezione per sondare il terreno, ma chi era bambino negli anni ’90 è saltato di felicità sulla sedia. Purtroppo per l’universo, Bugs Bunny & co. non salveranno il mondo con LeBron James, dal momento che le voci che correvano in merito, pare fossero uno scherzo.

Space Jam 2: il ritorno dei Looney Tunes? Space Jam 2: il ritorno dei Looney Tunes?

Nel 1996, Bugs Bunny, Duffy Duck, Titti e Silvestro, e la loro banda hanno collaborato con la superstar NBA Michael Jordan, all’epoca all’apice della propria carriera, per salvare il mondo dal perfido signor Swackhammer e la sua squadra di perfidi Nerdlucks. I risultati del film sono stati fenomenali – Space Jam era un assurdamente ambizioso ma incredibilmente divertente piccolo film che sicuramente, per come sono cambiati molti metodi di produzioni – e di marketing – merita un sequel.

Certo, basta con gli anni ’90! In un certo senso, ha ragione chi la pensa in questo modo: i remake e sequel sono stati fin troppi, spesso fatti male. Ma Space Jam ha catturato alcune delle parti migliori di quel decennio d’oro – l’innocenza, l’innocuo, l’irriverenza e, cosa forse più importante, i Looney Tunes portati sul grande schermo con tutti gli onori del caso.

Anche se LeBron è stato il volto di questi falsi poster di Space Jam 2, non c’è una regola ufficiale che renda invariabile la mitologia Space Jam e includere uno sport diverso. In realtà, il cielo è il limite qui, e questo è l’intero punto di Space Jam, ovvero la convinzione che ognuno, grande o piccolo, animato o no, possa volare. Non ci sono regole reali in questo universo fantastico, e questo era il bello di Space Jam: saper mischiare in perfetta sintonia il mondo animato e quello di carne e ossa. In quegli anni, gli esperimenti erano molteplici, basti pensare al mitico Chi ha incastrato Roger Rabbit del 1988, o il più adulto Fuga dal mondo dei sogni, del 1992, con un Brad Pitt non ancora trentenne.

Perciò aspettiamo notizie in merito, con la speranza che – con LeBron o giocatore di basket o di calcio o di qualsiasi altro sport – il nuovo Space Jam 2 si faccia.

No Comments Yet

Comments are closed