Sin City : si pensa già al terzo capitolo

“Sin City: A Dame to Kill For” uscirà ad Agosto e già Robert Rodriguez e Frank Miller stanno buttando giù nuove idee per il terzo lungometraggio tratto dalla graphic novel di uno degli autori americani più noir e crudi di sempre.

Sin City: si pensa già al terzo capitolo

Ovviamente la messa in cantiere di questo nuovo progetto dipenderà dal successo al botteghino del secondo capitolo e sembra che sia Rodriguez che Miller siano molto soddisfatti del risultato ottenuto.

Sì – il secondo Sin City – ero qui con Frank Miller la scorsa notte e lo stavamo guardando. Abbiamo finito di montarlo ma mancano gli effetti speciali, uscirà per Agosto. Miller ha visto la Seconda Parte e alla fine ha detto che non aveva commenti da fare, era molto soddisfatto del risultato. E ha aggiunto, a proposito della Terza Parte… Ha cominciato a dirmi come farebbe il terzo film. E’ già pronto per lavorarci.

“Sin City 3” si baserà probabilmente sulla miniserie “Hell and Back”, realizzata in cinque albi usciti tra il 2004 e il 2005.

Protagonista di questa vicenda è l’ex Navy S.E.A.L. (acronimo che sta per Sea, Air and Land e che identifica le forze speciali della marina statunitense)  Wallace, un’altra delle anime perse che vagano e muoiono per le viscere di Basin City, prototipo di ogni marciume e teatro dell’umana miseria.

Wallace sarà protagonista, suo malgrado, di una serie di vicende che lo condurranno ad un passo dalla follia, tra visioni di personaggi noti come Rambo, l’ispettore Callaghan e Capitan America fino a ritrovare la sua amata e a fuggire con lei lontano dalla Città del Peccato.

Sin City: si pensa già al terzo capitolo

Per il ruolo di Wallace è stato fatto il nome di Johnny Depp ma per il momento si tratta solo di un’indiscrezione.

La storia sembra promettere bene e speriamo che la versione cinematografica sia all’altezza dell’opera di Miller visto che le ultime fatiche registiche di Robert Rodriguez non hanno brillato come alcune sue pellicole del passato, tra le quali, il “Sin City” del 2005 e l’ormai cult “Planet Terror” seconda parte del dittico “Grindhouse” (2007) composto appunto dal film di Rodriguez e da quello di Quentin Tarantino intitolato “Death Proof”.

“Machete Kills”, uscito nel 2013, non si è rivelata una pellicola memorabile ma piuttosto un film ad alto budget che voleva sembrare un film a basso budget riuscendoci fin troppo bene…

Non ci rimane che incrociare le dita e sperare che “Sin City: A dame to Kill For” sia all’altezza del predecessore e consenta alla coppia Miller/Rodriguez di portare avanti la loro collaborazione artistica per rendere giustizia alla graphic novel originale e ampliarne l’oscuro universo.

#BESOCIAL