#BESOCIAL

il-direttore-del-31-torino-film-festival-paolo-virzi-293490[1]Paolo Virzì ha deciso: non sarà più il direttore del Torino Film Festival. Il ruolo di “direttore operativo” passa a Emanuala Martini. L’annuncio, dato via Twitter proprio da Virzì è comunque incoraggiante per l’organizzazione del festival, poiché si conclude con l’hashtag #nonabbandonoTorino. Infatti, l’uomo dei miracoli, lui che ha fatto in modo che incassi e immagine del più importante festival cinematografico del Torinese volassero alle stelle ha deciso di affiancare Emanuela Martini nel ruolo di “euqest director”, almeno per un anno.

Cambio di rotta per il Torino Film Festival

Gli Enti locali hanno fatto il filo così tanto a Paolo Virzì che non ha saputo resistere. Michele Coppola assessore alla cultura regione si è espresso tramite un comunicato, dicendosi “Molto soddisfatto, poiché Virzì non ci abbandona: ha deciso di accettare la proposta di affiancarci per guidare il Torino Film Festival verso una nuova dimensione. Questa novità esalta il DNA della manifestazione e anche la sua storia” e aggiunge “Contemporanemente, lo rende capace di acquistare nuova popolarità, nuovi pubblici e nuova attenzione”.

Paolo Virzì è nato a Livorno, nel 1964. Il debutto alla regia a trent’anni, nel 1994, con “La bella vita” che venne presentao a Venazia, con molto successo. Poi una serie continua, fino ad arrivare a 10 film (11, con il proseguimento dei lavori de “Il Capitale Umano”), tutti di ottima qualità. All’attivo conta svariati premi, tra cui tre David Di Donatello, 4 nastri d’argento, 2 Globi D’oro e ben 5 Ciak D’oro.

#BESOCIAL