News su Pirati dei Caraibi, Beverly Hills Cop e Top GunJerry Bruckheimer è uno dei produttori più importanti di Hollywood, artefice di alcuni dei più grandi progetti nel mondo cinematografico.

Il produttore ha rilasciato un’intervista a Bloomberg, aprendosi a diverse anticipazioni sul futuro di tre franchise storici: Pirati dei Caraibi, Beverly Hills Cop e Top Gun.

Bruckheimer ha innanzitutto parlato del travagliato sequel di Top Gun, film del 1986 diretto dal compianto Tony Scott e artefice del grande slancio che portò la fama di Tom Cruise (dal 29 maggio nelle sale con Edge Of Tomorrow – Senza domani) alle stelle:Pirati dei Caraibi, Beverly Hills Cop e Top Gun

“Sapete, la tecnologia è ovviamente cambiata da quando girammo il primo, quindi penso che trarremo vantaggio da ciò che il mondo è oggi, con i droni che ormai combattono gran parte delle nostre guerre, ma il pilota è davvero diventato obsoleto? Questi acrobati volanti, sono realmente spariti? No, io non credo, penso che saranno in giro ancora per un bel po’,  perché è ancora necessario prendere delle decisioni rapide e abbiamo i piloti che vogliono prendere queste decisioni, spero dunque che riusciremo a mettere in evidenza entrambe le realtà.”

Riguardo invece a Beverly Hills Cop, trilogia che lanciò sul grande schermo Eddie Murphy, allora agli inizi della sua carriera cinematografica, il quarto capitolo sarà diretto da Brett Ratner, regista di “X-Men: Conflitto finale” e al momento al lavoro su “Hercules – Il guerriero” con Dwayne “The Rock” Johnson.

“Abbiamo quasi concluso di scrivere la sceneggiatura. La Paramount è molto eccitata per il progetto, e lo sono anche Eddie e Brett, perciò credo che le cose procedano per il meglio. Se tutto va bene, inizieremo per la fine dell’estate/inizio autunni. Riporteremo Eddie a Detroit, sarà a Beverly Hills e noi lo portiamo a Detroit. Quindi ci divertiremo un sacco con lui, è davvero eccitato a riguardo.”

News su Pirati dei Caraibi, Beverly Hills Cop e Top GunBruckheimer ha infine parlato del nuovo capitolo di“Pirati dei Caraibi”, con protagonista Johnny Depp (annunciato nel cast di “Tusk” e da oggi nei cinema con “Transcendence”), giungerà nelle sale per la quinta volta recando il titolo: “Pirates of the Caribbean: Dead Men Tell No Tales (i morti non raccontano storie n.d.a.).

Tempo fa era trapelata la notizia che il sequel non avesse ancora ricevuto la luce verde ed effettivamente Bruckheimer confessa di non avere ancora un vero e proprio programma riguardante la realizzazione del film, anche se spera di poter iniziare a lavorarci sopra molto presto. “Ci stiamo lavorando e speriamo che il progetto si sviluppi senza problemi,” ha affermato il produttore. Johnny è eccitato a riguardo, ovviamente anche la Disney lo è e lo siamo anche noi. Perciò, se tutto procederà nel modo giusto, dovremmo iniziare quest’autunno o per la fine dell’anno.

Il produttore si è anche pronunciato sul ritorno di Keith Richards (chitarrista dei Rolling Stones che negli ultimi due episodi della saga ha interpretato Teague Sparrow, padre di Jack): “Spero che torni. Mi piacerebbe tantissimo riaverlo con noi, quindi vedremo.” 

#BESOCIAL