#BESOCIAL

michael fassbender, slow west

Dopo aver rinunciato a Jane Got a Gun (2014) di Gavin O’Connor per l’impegno sul set di X-Men: Giorni di un futuro passato (2014) di Bryan Singer (in Italia dal 22 maggio 2014), Michael Fassbender ha deciso di riprovare col western. L’attore, Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile alla 68. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia per Shame (2011), sarà infatti il protagonista di Slow West di John Maclean. Il regista, ex membro della Beta Band, ha già diretto l’interprete tedesco-irlandese nei corti Pitch Black Heist (2011) e Man on a Motorcycle (2009), scritti e montati dallo stesso Maclean, ma è al suo debutto nel lungometraggio. Il film, prodotto da Film 4 e DMC Film, vede tra gli interpreti anche Ben Mendelsohn (Come un tuono, Il cavaliere oscuro – Il ritorno) ed il giovane Kodi Smit-McPhee (Blood Story, The Road) e sarà girato in Nuova Zelanda con il sostegno della locale Film Commission, anche se la storia – di cui non si sa ancora nulla – sarà ambientata in Colorado.

Prossimamente vedremo Fassbender anche in 12 Years a Slave (2013) di Steve McQueen, The Counselor – Il procuratore (30 gennaio 2014) di Ridley Scott e Frank (2014) di Lenny Abrahamson. In pre-produzione ha Macbeth di Justin Kurzel, Genius di Michael Grandage, Prometheus 2 e Assassin’s Creed, mentre è in post-produzione il nuovo film di Terrence Malick.

#BESOCIAL