Mantova Comics: MisterMovie intervista Paolo BarbieriAbbiamo incontrato Paolo Barbieri a Mantova Comics & Games, e abbiamo avuto occasione di scambiare qualche parola con il celebre illustratore italiano. Quella di Paolo alla manifestazione è ormai una presenza fissa da diverso tempo, tanto che diversi anni fa, nel 2009, ha disegnato anche il manifesto dello stesso Comics. Divenuto celebre per le illustrazioni, le copertine e tutti disegni legati ai lavori di Licia Troisi, Paolo Barbieri ha lavorato anche per il mondo del cinema, nel 2001, all’interno della produzione del film di animazione Aida degli alberi.

In occasione della nostra presenza alla manifestazione abbiamo potuto scambiare con Paolo qualche parola, e toglierci qualche curiosutà sulla sua propensione verso il mondo del cinema.

Alessia: «Ciao Paolo, com’è stato lavorare per Aida degli alberi?»
Paolo: «È stata sicuramente un’esperienza interessante. Mi sono recato per diversi mesi all’estero per lavorare con tutto lo staff di animazione. Si trattava di preparare i disegni delle scenografie; soprattutto per quanto riguardava la mia parte, colorarli e supervisionare i lavori»
A: «Se dovessi pensare a un ambito del mondo cinematografico, a un genere, in quale ti piacerebbe lavorare?»
P: «Mi piacerebbe lavorare in qualcosa che sia fantasy o fantascienza»
A: «E in che maniera ti piacerebbe svolgere questo lavoro? Nel senso: in che ruolo? Che cosa vorresti fisicamente fare?»
P: «Oggi come oggi, non penso che vorrei più lavorare come una forma di “manovalanza”. Mi piacerebbe lavorare nella parte più creativa, nell’immaginare le creature e i mondi. Crearli da zero e dare loro la forma che hanno nella mia mente. Non credo che accetterei più di lavorare su idee degli altri»

È più che comprensibile che, raggiunti il successo e la notorietà, un autore come Paolo Barbieri desideri avere un vero e proprio spazio suo, anche in un campo come quello cinematografico, laddove se ne potesse presentare l’occasione. In un mondo vasto come quello del cinema, è indubbio osservare che figure professionali di questo genere lavorino per la creazione, per il design, per la resa fisica di visioni che oggi come oggi, grazie alle tecnologie digitali, sono assolutamente creabili, fruibili, immaginabili e spendibili sul grande schermo.

Ci sarebbe piaciuto continuare di più la chiaccherata con Paolo Barbieri, ma abbiamo preferito lasciarlo ai suoi impegni e a tutte le altre persone che volevano salutarlo, per chiedergli un autografo o un disegno originale.

Noi ringraziamo Paolo Barbieri per aver fatto questa foto per noi (ringraziamo un po’ meno il cellulare e un “parkinson” cronico nella mano di chi teneva in mano detto cellulare…), e avere reso questa prima giornata Mantova Comics un po’ più speciale.

Mantova Comics MisterMovie intervista Paolo Barbieri

Non possiamo dimenticare l’incontro con moltissimi cosplayer, di personaggi cinematografici e non solo. Non ci siamo dimenticati di nessuno di loro, quindi non c’è da temere: le foto e le interviste sono in arrivo, restate sintonizzati sulle monitorfrequenze di MisterMovie per essere aggiornati, seguendoci anche sulla pagina Facebook per restare informati in tempo realesu cosa succede in fiera!

#BESOCIAL