#BESOCIAL

Per la prima volta nella storia del Festival del Cinema di Venezia, a vincere il Leone d’oro è stato un documentario. A vincere la 70ma edizione del festival è stato infatti Gianfranco Rosi con il suo Sacro GRA. Il documentario, della durata di un’ora e mezza, racconta storie di vita sul Grande Raccordo Anulare di Roma. Ne emergono personaggi fugaci: un nobile piemontese e sua figlia laureanda, un botanico che cerca di salvare le sue piante, un barelliere in servizio sull’autoambulanza del 118, un pescatore d’anguille, e tanti altri ancora. Se La grande bellezza raccontava la Capitale, Sacro GRAracconta la periferia, il nascosto, il non visibile.

Ecco qual è stata la prima dichiarazione del regista Rosi dopo la premiazione:

“Non mi aspettavo un premio, ad un film documentario poi, era già un grande risultato arrivare al concorso e per questo devo ringraziare il direttore Barbera che ha avuto fiducia. Finalmente – dice tra gli applausi – il documentario si confronta con la finzione, finalmente il documentario è cinema”.

Italy Venice Film Festival

Ecco a voi il trailer ufficiale del documentario, che a questo punto speriamo arriverà presto anche nelle sale (e sappiamo quanto sia difficoltosa la distribuzione di documentari nel circuito, o anche solo di film più “particolari”).

#BESOCIAL