James Marsden e Rupert Friend: due volti per Paul Walker

James Marsden e Rupert Friend: due volti per Paul WalkerÈ passato più di un mese, ormai, dalla tragica morte dell’attore Paul Walker. Compianto dagli amici, dalla famiglia e dai fans.

Anche il cinema sente la sua mancanza e adesso corre ai ripari per rimpiazzarlo nei tanti progetti in cui era coinvolto. Paul Walker ha lasciato un vuoto, in senso letterale.

In “Fast & Furious 7”  (2015) il vuoto non si poteva colmare sostituendolo con un altro attore e alla fine i produttori hanno deciso di non far morire il suo personaggio ma di farlo uscire di scena senza drammi. In un certo senso continuerà a vivere nell’universo di motori e velocità portato sullo schermo dalla serie di lungometraggi, al fianco del suo migliore amico, sul set come nella vita, Dominic Toretto/Vin Diesel.

Per quanto riguarda gli altri film nei quali l’attore avrebbe dovuto rivestire il ruolo di protagonista non si poteva usargli la stessa cortesia poiché la macchina del cinema va avanti comunque.

James Marsden e Rupert Friend: due volti per Paul WalkerIeri si è saputo che Rupert Friend, visto nella serie televisiva “Homeland”, sostituirà Walker nel reboot di “Hitman” (2007), campione d’incassi della 20th Century Fox. Tratto da un videogame di grande successo della compagnia danese IO Interactive, nell’originale fu Timothy Olyphant (“Sono il Numero Quattro”, 2011) a dare un corpo in carne e ossa ai pixel dell’Agente 47, una macchina addestrata per uccidere, dal tragico passato. Il titolo del nuovo lungometraggio sarà, appunto, “Agent 47” e uscirà nel 2014.

James Marsden e Rupert Friend: due volti per Paul WalkerOggi è stato reso noto che in “The Best of Me” sarà probabilmente il mutante Ciclope, al secolo James Marsden, a sostituire Paul Walker. Il film costituirà l’ennesimo adattamento cinematografico di uno dei tanti libri d’amore scritti dal romanziere americano Nicholas Sparks e parlerà di due compagni di scuola, Dawson Cole e Amanda Collier, che si ritrovano dopo anni al funerale di un comune amico.

Il resto, come si suol dire, è storia…

 Dopo la perdita di una persona cara non si può fare altro che andare avanti e Hollywood può certo insegnarci qualcosa a riguardo. Ciò non toglie che quando andremo a vedere questi film, anche solo per un istante, penseremo a come sarebbero stati se ad interpretarli fosse stato Paul Walker e forse ci scapperà una lacrimuccia.

O forse no…?

No Comments Yet

Comments are closed