Il futuro DC al cinema: Suicide Squad 2, Lanterna Verde e molto altro…

Il futuro DC al cinema: Suicide Squad 2, Lanterna Verde e molto altro...

Suicide Squad 2? La DC non si scopre. Ma i rumors corrono. Il primo capitolo, pur non essendo stato apprezzato dai critici, ha retto bene alla prova botteghino. E un sequel, se non in cantiere, è già di certo nella mente di molti. Ma non è solo il gruppo di supercattivi la novità per il futuro.

Rumors sulle prossime produzioni DC, tra cinema e serie tv

Niente di ufficiale. Un post su Reddit è tutto ciò che abbiamo. Rumors, nulla di confermato, insomma. Però qualcosa è già venuto fuori. David Ayer – regista e sceneggiatore di Suicide Squad – pare fosse al lavoro sulla sceneggiatura del sequel già da luglio. Tra le notizie del post, alcune attendibili, altre meno, alcune sicure.

Tra le notizie di una certa importanza, abbiamo la possibilità che alcuni grossi nomi – Sam RaimiGeorge Miller – abbiano ceduto al corteggiamento della DC.

Altra cosa rilevante: l’Universo Esteso DC potrebbe essere incluso anche in serie tv, anche se lo studio aveva mostrato intenzione di tenere cinema e serialità televisiva separate. Tra i titoli, ScalpedLobo. Mancanza prestigiosa pare invece quella di Zack Snyder, deciso a non mettere il proprio nome per i sequel di Justice League Man of Steel.

Tra le notizie, una che potrebbe dare credibilità al post. Perplessità sul personaggio di Deathstroke. Per il rumor, sarebbe stato prima pensato per Suicide Squad 2, ma poi si sarebbe ripensata la sua posizione, volendo inserirlo “in un ruolo d’antagoista”. Ben Affleck ha poi rivelato che Deathstroke apparirà in Justice League. Mentre altri rumors fondati di oggi lo vorrebbero come villain principale nel film interamente dedicato a Batman.

Altri voci di corridoio su Lanterna Verde. Pare che il reboot Green Lantern Corps sarà ispirato alla serie di fumetti del 2008 Sinestro Corps War.

Nulla di certo, quindi, ma molto di probabile. E soprattutto, molto bolle in pentola. Speriamo che la DC sappia tenere alta la testa e ritrovare una propria forte identità cinematografica.

No Comments Yet

Comments are closed