#BESOCIAL

È stata quasi una sorpresa per il pubblico femminile, ma soprattutto per quella parte di esso che ha amato alla follia il libro “Il Diavolo veste Prada” e l’omonima trasposizione cinematografica. Ormai affermata scrittrice nel campo della cosiddetta “chick-lit” (la letteratura contemporanea al femminile, per intenderci), Lauren Weisberger ha deciso di deliziare nuovamente le sue numerose lettrici con il seguito del suo best-seller, divenuto un vero e proprio caso letterario. Il nuovo romanzo si intitola “Revenge wears Prada, the Devil returns” (La vendetta veste Prada, il ritorno del Diavolo).

Tutte ricordiamo le mille (dis)avventure della giovane Andy, talentuosa neolaureata con il sogno di diventare giornalista alle dipendenze della diabolica, famigerata Miranda Priestly, direttore esecutivo della rivista Runway, la quale ogni mattina sbatteva in malo modo cappotto e borsa sulla sua scrivania. Com’è noto, il romanzo è stato ispirato da esperienze realmente vissute dalla Weisberger, in quanto lei stessa aveva lavorato nella redazione di Vogue America diretto dalla leggendaria Anna Wintour, algida imperatrice del fashion-system. Sembrerebbe essere proprio lei dunque, “il Diavolo” identificato nel personaggio di Miranda. Indimenticabili le sue massime sull’industria della moda che ancora oggi vengono ricordate e ripetute come dei mantra da ogni fashion-victim che si rispetti, complice soprattutto la magistrale interpretazione di Meryl Streep nel film tratto dal libro.

il-diavolo-veste-prada-2-640x320[1]

In questo nuovo seguito ritroviamo Andy, che, dieci anni dopo aver abbandonato Miranda a Parigi su un taxi ed aver lasciato Runway senza troppi rimpianti, ha fondato il nuovo progetto editoriale: “The Plunge”, una rivista indirizzata alle spose, lavorando gomito a gomito con Emily, anch’essa reduce dalle grinfie della terribile Miranda. Le due sono diventate ottime amiche e in più, Andy sta per convolare a nozze con Max, un uomo d’affari dell’alta società newyorkese. Tutto sembra procedere a gonfie vele, almeno fino a quando Andy, per motivi legati al suo lavoro, si imbatte nuovamente nella diabolica Miranda. Sarà proprio questo incontro a stravolgere totalmente la sua vita e a far vacillare tutte le sue certezze.

L’autrice ha dichiarato che i riferimenti autobiografici in questo nuovo romanzo sono decisamente minori rispetto al primo, nonostante ciò, non mancherà sicuramente quel tocco di glamour, di intrighi e peripezie che ci hanno tenuto con il fiato sospeso nella lettura del libro. Non ci resta quindi che aspettare trepidanti l’uscita del romanzo anche in Italia e siamo certe che la maggior parte di voi non sta più nella pelle all’idea di leggerlo e di vedere il film che sicuramente ne sarà tratto, il quale, stando ai rumors, dovrebbe approdare nelle sale entro il 2014.

Fonte | RobaDaDonne

#BESOCIAL

Comments are closed.