Festival dei Popoli: tutti i vincitori

Festival dei PopoliSi è concluso ieri sera a Firenze il Festival dei Popoli (abbiamo parlato qui di un suo film in anteprima), giunto alla sua 54ª edizione. Questo Festival si occupa di sostenere, promuovere e conservare tutti i generi di produzione documentaria. Ecco i vincitori di questa edizione, che ha esaminato lavori provenienti da tutto il mondo. La giuria internazionale era composta da Pieter van Huystee (produttore, Albania), Cinta Pelejà (co-direttrice di DocLisboa, Spagna) e J. P. Sniadecki (regista, Stati Uniti). Per ogni film vi presentiamo il trailer e una breve sinossi. Complimenti a tutti i vincitori!

Miglior lungometraggio (8 mila euro): Per Ulisse, produzione italofrancese  di Giovanni Cioni, regista toscano nato in Francia; Per Ulisse si è aggiudicato anche il premio Cinemaitaliano.info – CG Home Video che gli permetterà di essere distribuito nella collana Popoli Doc. Racconta le vicissitudini di alcuni vagabondi fiorentini che frequentano un centro di assistenza. Su questo lavoro Cioni ha scritto: “Ho evocato il viaggio di Ulisse. Ulisse che è lo scomparso, in preda a mostri e sirene, che torna dal paese dei morti. Il suo nome è nessuno, è lo sconosciuto che si racconta”.

Trailer:

Miglior mediometraggio (4 mila euro): ‘A Iucata, produzione svizzera di Michele Pennetta,che è  ambientato nei quartieri più popolari di Catania e fa luce sul mondo delle corse clandestine di cavalli.

Trailer e intervista a Pennetta:

Miglior cortometraggio (2500 euro): Cha Fang (The Questioning), produzione cinese di Zhu Riku, che esplora il conflitto tra potere e individuo attraverso le riprese claustrofobiche di una camera d’albergo in cui è rinchiuso il protagonista.

Trailer:

Targa “Gian Paolo Paoli” al miglior film etno-antropologico: Buenos días resistencia produzione spagnola di Adrián Orr, che racconta come per tre bambini andare a scuola si trasformi in una grande sfida quotidiana.

Trailer:

Premio Syracuse University in Florence (mille euro): Left Side of the Face produzione polacca, di Marcin Bortkiewicz, che riprende il lavoro di un fotografo impegnato a ritrarre la parte sinistra dei suoi soggetti, che si impegnano a ripresentarsi dopo dieci anni per presentare la parte sinistra del loro volto.

Trailer:

Film più votato dal pubblico: Costa da Morte, produzione spagnola, di Lois Patiño che ha ricevuto anche una menzione speciale della Giuria. Il film è un omaggio all’omonima regione galiziana, considerata dai romani la fine del mondo conosciuto.

Trailer:

No Comments Yet

Comments are closed