#BESOCIAL

E’ morto nella nottata di ieri Philip Seymour Hoffman, all’età di 46 anni, grande pilastro del cinema vincitore dell’Oscar miglior attore protagonista.

Trovato dai familiari, riverso a terra nella casa in cui viveva a New York, tra le cause del decesso c’è la più plausibile, quella per overdose. Lo riferisce il tabloid New York Post citando fonti della polizia. Possiamo ricordarlo per l’ultimo film in cui ha recitato, The Hunger Games La Ragazza di Fuoco, ma anche film quali The Master o Le Idi di Marzo (di George Clooney), nel 2005 vinse l’Oscar come miglior attore protagonista per il ruolo di Truman Capote in «A sangue freddo». Hoffman aveva già avuto in passato problemi di droga. Lo scorso anno si era ricoverato in un centro di riabilitazione per abuso di eroina.

#BESOCIAL