E’ flop in America per Il quinto potere

il-quinto-potereFan di Benedict Cumberbatch preparate i fazzoletti: il film Il quinto potere che dopo il successo ottenuto con Sherlock avrebbe dovuto elevare all’Olimpo Benedict e riepilogare per noi mortali distratti la faccenda di WikiLeaks è uscito il 18 settembre in America ed è stata una tragedia. Un vero e proprio flop coronato da una mega litigata fra Julian Assange e Benedict Cumberbatch, che per l’appunto interpreta il fondatore di WikiLeaks nel film Il quinto potere. Il film che avrebbe dovuto svelare al mondo tutta la verità nient’altro che la verità ha incassato 1,7 milioni di dollari ovvero gli spiccioli.

Ok, la domanda che tutti si pongono è: Benedict Cumberbatch, ormai osannato da tutte le donne sul web, ha recitato in maniera così pessima? Ebbene no pare  che il flop di Il quinto potere non sia proprio dovuto ad una questione di attori ma ad una questione di spettatori ossia il pubblico ha esaurito l’interesse per la faccenda WikiLeaks.

Di sicuro Bill Condon, il regista di Il quinto Potere – The Fifth Estate, ha ricevuto una botta fra capo e collo: 28 milioni di dollari (quant’è costato il film) andati in fumo, stroncato dalla critica e dal disinteresse del pubblico. Che c’è di peggio? Assange che consiglia ai sostenitori di Wikileaks di boicottare il film e andarsi a guardare in rete il suo, gratuito, documentario fai da te Mediastan.

Nessuno corra a svegliare Bill, tanto non è un incubo con grande gioia di Assange che dopo aver visto il film ha accusato la Dreamworks d’intrattenere un qualche legame politico con gli USA dissuadendo quei pochi sostenitori che magari sarebbero andati a vedere il film.

Comunque siamo impazienti di attendere i risultati italiani, visto che qui in Italia il film Il quinto Potere – The Fifth Estate uscirà il 24 ottobre, fateci sapere le vostre impressioni. Se andrete a vederlo.

No Comments Yet

Comments are closed