#BESOCIAL

red-sparrow

Noah – Noè (dal 17 aprile 2014 in Italia) è ancora in post-produzione, ma Darren Aronofsky pensa già al suo prossimo film. Molto probabilmente sarà infatti l’adattamento cinematografico del romanzo di spionaggio Red Sparrow (inedito in Italia) di Jason Matthews il sesto film (dopo Il cigno nero, The Wrestler, The Fountain – L’albero della vita, Requiem for a Dream e Pi Greco – Il teorema del delirio) del regista, sceneggiatore e produttore di New York, che la Fox ha subito deciso di produrre con, tra gli altri, Steven Zaillian e Garret Basch.

Secondo la sinossi ufficiale del libro (uscito negli Stati Uniti lo scorso giugno) “nella Russia di oggi, governata da occhi azzurri, il presidente Vladimir Putin, senza battere ciglio, il russo ufficiale dell’intelligence Dominika Egorova lotta per sopravvivere nella giungla dell’intelligence post-sovietica. Ordinato contro la sua volontà di diventare un “Sparrow”, una seduttrice addestrata, Dominika riceve l’incarico di operare contro Nathaniel Nash, un giovane ufficiale della CIA che si occupa della più importante talpa russa dell’Agenzia. Con l’azione che si svolge tra Russia, Finlandia, Grecia, Italia e Stati Uniti, Dominika e Nate presto si scontrano in un duello di volontà e, inevitabilmente, la loro passione non minaccia solo la loro vita, ma quella di altri. Con alleanze segrete che si formano e vengono infrante, Dominika e Nate raggiungono un bivio mortale. Ben presto uno di loro inizia una doppia esistenza pericolosa in un’operazione di vita o di morte, che comprende le agenzie dell’Intelligence da Mosca a Washington DC”.

#BESOCIAL