Cani sciolti di Baltasar Kormákur potrebbe avere un sequel

Cani sciolti

Il 2014 potrebbe portare buone notizie agli estimatori di Cani sciolti (2013) dell’attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico islandese Baltasar Kormákur (Contraband, 101 Reykjavík). L’action movie con protagonisti Denzel Washington (Flight, John Q, Training Day) e Mark Wahlberg (Ted, The Departed – Il bene e il male, Boogie Nights – L’altra Hollywood), a fronte di oltre 131 milioni di dollari incassati (su un budget di circa 61 milioni di dollari), potrebbe infatti avere un sequel. “Ne stiamo discutendo – ha dichiarato fiduciosamente il produttore cinematografico Randall Emmett (End of Watch – Tolleranza zero, Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans, John Rambo) – ma non voglio essere così sfacciato da dire che si farà al cento per cento. Naturalmente deve essere anche una decisione di Denzel Washington, Mark Wahlberg e del regista Baltasar Kormákur che sta girando Everest (protagonisti Jake Gyllenhall, Josh Brolin, Jason Clarke e John Hawkes, ndr) in questo momento. Noi comunque saremmo felicissimi e stiamo spingendo per fare in modo che questo avvenga”. Come se non bastasse Steven Grant, l’ideatore del comic a cui il film è ispirato, ha recentemente scritto 3 Guns, sequel del suo 2 Guns (anche titolo originale di Cani sciolti).

Cani sciolti ha come protagonisti l’agente della DEA Robert Bobby Trench (Denzel Washington) e l’ufficiale dell’Intelligence della Marina Marcus Stigman (Mark Wahlberg). Entrambi sotto copertura, i due si fingono membri di un sindacato di narcotrafficanti, ma nessuno conosce la vera identità dell’altro. Il sospetto è alla base del loro rapporto, ma quando il tentativo di infiltrarsi in un traffico di droga messicano fallirà, non avranno altra scelta che fidarsi l’uno dell’altro.