Bourne 5 – Matt Damon tratta il suo ritorno

The Bourne Ultimatum movie image Matt Damon Paul GreengrassVoci di corridoio, smentite, nuovi rumor e altrettante smentite. Più o meno questo è stato l’andamento delle news che hanno parlato di un ritorno di Matt Damon nel franchise Bourne da quando l’attore abbandonò la saga nel 2007, dopo aver interpretato The Bourne Ultimatum – Il ritorno dello sciacallo.

Damon si è sempre detto interessato a tornare nelle vesti dell’ex agente segreto, a condizione che si trovasse una storia interessante e che a dirigere venisse nuovamente chiamato Paul Greengrass, regista di The Bourne Supremacy e The Bourne Ultimatum (QUI le dichiarazioni dell’attore).

Lo stesso regista aveva dichiarato che secondo lui la storia di Bourne non aveva più nulla da dire e che sarebbe tornato a dirigerne un capitolo solo nel caso di una sceneggiatura convincente.

La Universal, nel frattempo, ha proseguito il franchise spostandosi sull’agente Aaron Cross, protagonista di The Bourne Legacy del 2012 interpretato da Jeremy Renner. Un sequel del film era già stato annunciato per il 2015, poi posticipato a luglio 2016, per la regia di Justin Lin (regista di Fast & Furious 5).

Un clamoroso ribaltamento ha tuttavia avuto luogo in queste ore. Sembra infatti che la Universal sia riuscita a contattare Matt Damon e Paul Greengrass e si sia messa a tavolino con i due per realizzare un nuovo capitolo di Bourne. Sebbene non si abbia ancora nessuna conferma ufficiale, quando Bourne 5 venne inizialmente posticipato si ritenne che la motivazione fosse quella di realizzare un nuovo capitolo con Damon (QUI la notizia), ma la produzione smentì prontamente. Gli studios, però, potrebbero aver capito che dopo aver partecipato a tre film, Damon è divenuto l’unico vero volto della saga e dunque il cavallo su cui puntare è una nuova collaborazione tra l’interprete e Greengrass.

Ovviamente questo vuol dire che gli studios sono stati in grado di trovare uno script talmente convincente da tentare la star e il regista a lavorare su un nuovo episodio. L’ambizione della Universal avrebbe addirittura portato a posticipare ulteriormente il sequel con Renner e la data del 15 luglio 2016 sarebbe stata assegnata proprio al titolo che vedrà il ritorno di Matt Damon nei panni di Jason Bourne.

Nonostante il film diretto da Lin sia ancora in lavorazione, è probabile che non lo vedremo tanto presto, a meno che il tentativo della Universal di riportare Damon a bordo non si riveli un fallimento o una mera speculazione.

Nel frattempo, Damon si dedicherà al dramma Manchester-by-the-Sea diretto da Kenneth Lonergan (già regista di Damon in Margaret) e successivamente comincerà le riprese del fantascientifico The Martian di Ridley Scott (QUI le ultime novità sul film). Paul Greengrass, invece, è reduce dal successo di Captain Phillips – Attacco in mare aperto e sta al momento valutando diversi progetti, tra cui la pellicola sull’attentato delle Olimpiadi di Atlanta che riunirà Leonardo DiCaprio e Jonah Hill, che hanno già condiviso lo schermo in The Wolf of Wall Street.