Arriva in Italia il film che insinua verità pericolose sul disastro di Chernobyl

A view of the abandoned city of Prypiat, near the Chernobyl nuclear power plant March 31, 2011. Belarus, Ukraine and Russia will mark the 25th anniversary of the nuclear reactor explosion in Chernobyl, the place where the world's worst civil nuclear accident took place, on April 26. REUTERS/Gleb Garanich (UKRAINE - Tags: DISASTER ENERGY ANNIVERSARY ENVIRONMENT BUSINESS CITYSCAPE)

Arriva nelle sale italiane un film che ha tanto fatto parlare di sé nell’Est Europa e negli Stati Uniti dato che ha vinto il prestigioso Gran Premio della Giuria al Sundance 2015: Chernobyl- The Russian Woodpecker, un thriller politico di Chad Gracia che verrà presentato in Italia il 7 aprile in anteprima al Festival del Giornalismo di Perugia.

Sono passati 30 anni dall’incidente di Chernobyl che ha riportato al centro del dibattito mondiale la questione sul nucleare. Il film di Gracia insinua responsabilità e volontà dell’allora URSS sul disastro.

Il film, ambientato nel 1986 parla di Fedor, un bambino di 4 anni che decide di indagare su quella catastrofe per scoprire che Duga, una gigantesca antenna che doveva interferire con le comunicazioni occidentali e infiltrarle di propaganda sovietica.

Link